Giornata di studio: P.L.Nervi

Giornata di studio: P.L.Nervi

giovedì 17 febbraio 2011
Giornata di studio
Pier Luigi Nervi: l’approccio globale al progetto di architettura
Palazzetto dello Sport – Flaminio

La giornata di studio è organizzata dalla Presidenza del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici e dalla Scuola di Dottorato in Ingegneria Civile e Architettura, con la collaborazione del MAXXI, del CONI, della Fondazione PLN Research and Project, ed il supporto finanziario dell’ACER.

Programma della giornata:

11.00 Introduzione e saluti
Presidente Consiglio Superiore Lavori Pubblici: F. Karrer
Preside Facoltà Architettura: R. Masiani
Direttore MAXXI Architettura: M. Guccione
Presidente PLN Project: M. Nervi

Presiede F. Karrer
11.30 A. Muntoni – Sapienza Università di Roma
P.L. Nervi: il contesto storico e la dimensione internazionale
11.55 G. Morabito – Sapienza Università di Roma
L’opera di Nervi tra tecnica e tecnologia
12.20 M.A. Chiorino – Politecnico di Torino
La sperimentazione nel progetto delle grandi opere di architettura strutturale del Novecento: P.L. Nervi e G. Oberti
12.45 F. Romeo – Sapienza Università di Roma
P.L.Nervi: intuizione o consapevolezza statica?
13.10 Pausa pranzo

Presiede G. Rega
15.00 A. Schiattarella – Ordine degli Architetti di Roma
P.L. Nervi nel contesto professionale romano
15.25 R. Einaudi – Architetto
L’insegnamento di P.L. Nervi
15.50 P. Trovalusci – Sapienza Università di Roma
La concezione strutturale in architettura. Il recupero di un’etica ‘tettonica’ attraverso la lezione di P.L. Nervi
16.15 E. Gaudenzi – Consiglio Superiore Lavori Pubblici
Le norme sulle costruzioni dal tempo di Nervi ad oggi
16.40 C. Biavati – Architetto
M. Calda – Consiglio Superiore Lavori Pubblici
P.L. Nervi, costruttore e artista del cemento armato
17.15 Conclusioni
Direttore Scuola ICAR: G. Rega

“L’architetto di domani, oltre a dover fronteggiare problemi tecnici e costruttivi sempre più complessi, dovrà conservare e sviluppare ulteriormente una sensibilità estetica capace di trovare, nel rispetto delle istanze statiche, costruttive ed economiche, quei rapporti, dettagli, accenti cromatici e composizioni armoniose che rendono un lavoro tecnicamente corretto un’opera di architettura”
P.L. Nervi