Cittadellarte


  • 4 marzo - 4 settembre 2011

    Sala Claudia Gian Ferrari

    In parallelo con l’esposizione storica Michelangelo Pistoletto: Da Uno a Molti, 1956-1974 il MAXXI presenta una mostra dedicata a Cittadellarte, un laboratorio interdisciplinare per l'arte e la produzione culturale fondato da Pistoletto a Biella, la sua città natale, nel 1998.
    Qui l’artista ha sviluppato un'istituzione organizzata attorno a più uffici autonomi e auto-organizzati orientata a molteplici settori come l'Arte, l'Economia, l'Educazione, la Politica, l'Ecologia e la Comunicazione. In continuità con i lavori partecipativi di Pistoletto della seconda metà degli anni Sessanta, il progetto Cittadellarte prosegue il deciso impegno dell’artista per un'arte al centro di un processo responsabile di trasformazione della società. La mostra Cittadellarte metterà in evidenza i dibattiti intellettuali, politici e sociali promossi da questo laboratorio anche attraverso un programma di attività collaterali che utilizzeranno lo spazio espositivo come un forum sociale ed educativo.


    Foto di Sebastiano Luciano

  • Concepita come un grande laboratorio, la struttura di Cittadellarte si articola intorno a diversi nuclei, gli Uffizi.
    Ognuno porta avanti la propria attività indirizzata verso un ambito specifico del sistema sociale, dall’ecologia all’economia, dall’alimentazione alla spiritualità. Nella Sala Claudia Gian Ferrari sono presentati sei Uffici, ognuno con un progetto. Nella hall del museo tre postazioni multimediali ospitano: il collegamento con Evento 2011 di Bordeaux, l’intervista concessa da Michelangelo Pistoletto a Elena Del Drago per Radio 3 Suite, il collegamento al website www.cittadellarte.it.

    ufficioproduzione
    L’Ufficio Produzione pone la filosofia di Cittadellarte in diretta interazione con il mondo dell’impresa produttiva, dall’artigianato all’industria. Tra i progetti dell’Ufficio, Forme in Movimento prevede la realizzazione di moduli base di architetture variabili, per la presentazione delle eccellenze di due territori italiani. I quattro Cubi dedicati al Biellese e le tre Piramidi dedicate al Trentino sono sia uno strumento espositivo della produzione tipica del territorio, sia prodotti essi stessi, che ambiscono a creare nuove prospettive di sviluppo per l’artigianato locale. Ogni lavoro, frutto della collaborazione tra un artista e un artigiano, si definisce “in movimento” perché viaggia, diventando così ambasciatore del territorio di origine.

    ufficiomoda
    Cittadellarte Fashion - Bio Ethical Sustainable Trend (B.E.S.T.)

    Cittadellarte Fashion B.E.S.T è un’officina che dal 2009 si dedica allo sviluppo della sostenibilità bio-etica nell’ambito del settore tessile, attivando ricerche che spaziano dal design alla produzione, dalla distribuzione alla comunicazione. L’Ufficio Moda raccoglie e ordina questi materiali in un archivio consultabile e promuove attività di sensibilizzazione al consumo responsabile. Stimolando la filiera ad avviare percorsi di trasformazione consapevole, il progetto riunisce in una piattaforma decine di aziende produttrici di tessuti e filati ecosostenibili. Sono in mostra alcuni abiti realizzati con questi stessi materiali da stilisti selezionati da Franca Sozzani, direttore di Vogue Italia e da Cittadellarte.

    ufficiopolitica
    Love Difference - Movimento Artistico per una Politica InterMediterranea
    L’Ufficio Politica viene presentato attraverso il progetto Love Difference, associazione no profit fondata nel giugno del 2002 da Cittadellarte in collaborazione con istituzioni internazionali, centri culturali, ricercatori, curatori e artisti. Obiettivo dell’associazione è sviluppare progetti creativi che favoriscano il dialogo tra persone di diverse strazioni culturali, politiche o religiose. Simbolo di questo progetto è il Tavolo Love Difference, al centro della sala. Intorno ad esso Love Difference ha più volte riunito artisti, politici, attivisti, imprenditori, operatori sociali e persone comuni, proponendo incontri per indagare i vari sistemi socio-culturali e le conseguenti tensioni economico-politiche, estese ben oltre i limiti del bacino del Mediterraneo.
    www.lovedifference.org

    ufficiostrategiaecomunicazione
    L’Ufficio Strategia e Comunicazione realizza progetti e campagne di comunicazione legati a messaggi e programmi di trasformazione sociale, a partire dal progetto Terzo Paradiso, visione di fondo di Cittadellarte. L’Ufficio produce pubblicazioni e offre servizi per istituzioni pubbliche e private, organizzazioni culturali e imprese. In mostra vengono presentati alcuni dei prodotti editoriali e di ricerca realizzati da Cittadellarte, come la pubblicazione Visible (2010).

    ufficioeducazione
    UNIDEE - Università delle Idee
    L’attività principale dell’Ufficio Educazione è UNIDEE - Università delle Idee, programma di residenza internazionale volto a formare la nuova figura dell’ “aRtivatore - attivatore di processi di trasformazione sociale attraverso idee e progetti creativi”. Questa professionalità riunisce le caratteristiche e le competenze dell’artista, del curatore, dell’imprenditore e del progettista sociale. UNIDEE in Residence è un programma di residenza sostenuto da una rete di partner privati e pubblici, attraverso borse di studio. I partecipanti sviluppano una dimensione professionale artistica, produttiva e socialmente implicata per offrire proposte innovative ad aziende, organizzazioni e amministrazioni pubbliche. Tra le altre attività: laboratori per le scuole, corsi per adulti - tra cui il percorso UNIDEE Educational, destinato a formare figure professionali di educatori per il sistema museale - e l’istituzione della Scuola Libera Montessori Cittadellarte, aperta a bambini e adulti, dove pedagogia e arte si integrano in una sperimentazione attiva.

    ufficioarchitettura
    N.O.V.A. Civitas Nuovi Organismi di Vita Abitativa
    L’Ufficio si occupa della progettazione e realizzazione di quelli che vengono definiti “nuovi organismi di vita abitativa”, costruiti sul rapporto tra uomo e ambiente. In questo modo la relazione tra arte, responsabilità e sostenibilità definisce e condiziona concretamente la sfera progettuale: la città e la casa diventano un organismo vivente. Gli edifici proposti da Cittadellarte seguono i criteri dell’Architettura Naturale, concepita per essere parte integrante di un più ampio sistema sociale, teso all’equilibrio tra natura e artificio. Il muro in mostra è realizzato in paglia, da sempre una materia prima reperibile in natura in grandi quantità e a basso costo. Utilizzata come elemento costruttivo portante e materiale isolante, dà vita a una nuova tecnologia efficiente dal punto di vista termico, strutturale, sismico, ambientale ed economico

    Il Terzo Paradiso
    Nel 2003 Michelangelo Pistoletto realizza il Nuovo Segno d’Infinito, simbolo del Terzo Paradiso, assunto a visione di fondo di Cittadellarte. Nel 2005 il progetto è presentato nell’ambito della 51° Biennale di Venezia. Dal 2007 si avvia un work in progress multimediale, con la collaborazione di Gianna Nannini e RAM - radioartemobile. Nel 2010 Michelangelo Pistoletto traccia il solco del Terzo Paradiso ad Assisi, in collaborazione con il FAI – Fondo Ambiente Italiano, segnando l’inizio dei lavori di restauro del Bosco di San Francesco e, nello stesso anno, pubblica il saggio il Terzo Paradiso. Il messaggio del Terzo Paradiso viene diffuso attraverso l’organizzazione di eventi live, esposizioni e attività online per stimolare e produrre una trasformazione della società in chiave sia locale che globale. In mostra l’installazione Nuovo Segno d’Infinito, che rimanda al simbolo del Terzo Paradiso, è accompagnata dalla voce di Gianna Nannini che intona il motivo Mama.

    Cittadellarte Fashion BEST (Bio Ethical Sustainable Trend), 2009; ph. enricoamici_e.studio L'ufficio Strategia e comunicazione espone alcuni progetti editoriali e di ricerca; ph. enricoamici_e.studio

  • eventi a cura del Dipartimento educazione

    martedì 12 aprile, ore 11.00
    Tante sedie tante storie
    Tavolo del Mediterraneo - Love Difference e il Terzo Paradiso di Michelangelo Pistoletto
    I bambini, a partire dall’opera di Pistoletto collocata nella piazza del MAXXI e che li introduce nel mondo dell’artista, scambiano osservazioni sui temi del’incontro tra popoli diversi e provano a delineare insieme ipotesi per un’auspicabile convivenza. Giovedì 14 aprile, ore 18.30 - 19.30 e ore 20.30 - 21.30 Mediterraneo. Storie di approdi Racconti e letture con la Comunità Sant’Egidio


    Martedì 19 aprile, ore 12.00
    PCM Parlamento Culturale Mediterraneo
    Tavolo del Mediterraneo
    Il Parlamento Culturale Mediterraneo é stato fondato a Strasburgo il 25 giugno 2008 su iniziativa di Michelangelo Pistoletto e Love Difference, in collaborazione con Apollonia. La riunione ha due obbiettivi: identificare nuove rilevanti figure culturali e politiche interessate ad aderire al Parlamento Culturale Mediterraneo; proseguire negli intenti prefissati nella Carta e produrre nuovo impulso del PCM anche a fronte dei fatti sociali e politici che in questo momento drammatizzano le popolazioni circostanti il Mediterraneo.

    L'incontro sarà trasmesso in differita su Ram Live http://live.radioartemobile.it/
    19 aprile, ore 17.00 / 21 aprile, ore 14.30 / 22 aprile, ore 12.25
    Università Telematica Internazionale UNINETTUNO dedicherà un programma alla tavola rotonda Parlamento Culturale Mediterraneo su RAI NETTUNO SAT 
    www.uninettunouniversity.net


    Giovedì 19 maggio, ore 18.30 - 20.30
    Il Mediterraneo tra immigrazione, dialogo e crisi
    Incontro intorno al Tavolo del Mediterraneo - Love Difference di Michelangelo Pistoletto con il Gruppo di Riflessione su Asilo e Immigrazione


    5, 10 e 11 maggio
    Tante Sedie Tante Storie

    Laboratorio per la Scuola dell’Infanzia e Primaria L’opera Tavolo del Mediterraneo - Love Difference di Michelangelo Pistoletto è occasione di scoperta e riflessione sulla diversità e sul dialogo interculturale. Seduti sulle ventitré sedie che rappresentano i Paesi che si affacciano sul Mar Mediterraneo, i bambini della scuola dell’infanzia disegnano insieme a quelli della primaria che scrivono storie in cui la sedia prescelta diviene protagonista. Il cuore del laboratorio è la grande opera del maestro Michelangelo Pistoletto, capace di trasmettere in modo evocativo e diretto i valori dell’ascolto, dello scambio e della diversità come ricchezza, in opposizione alla violenza della discriminazione e dell’indifferenza. Il laboratorio, nato in collaborazione con il 3°Circolo Didattico G. Ronconi, è progettato in applicazione della funzione strumentale della Continuità scolastica, volta a favorire l’orientamento e il passaggio armonioso degli allievi dalla scuola dell’infanzia a quella primaria.


    26 maggio, ore 15.00 - 17.30
    Rinascimente Artigiana
    Arte Artigianato e Design, insieme per lo sviluppo dei territori


    28 maggio, ore 19.00 - 20.00
    Mediterraneo. Storie di approdi
    Racconti e letture con la Comunità di Sant’Egidio


    15 giugno, ore 14.00 - 17.00
    Il silenzio racconta l’arte
    Visita guidata per non udenti e presentazione del Dizionario di Arte Contemporanea in Lingua dei Segni Italiana


  • Mediterraneo. Storie di approdi. Racconti e letture con la Comunità di Sant’Egidio   Calendario eventi
    a cura del Dipartimento educazione In occasione della mostra Cittadellarte (fino al 4 settembre), dedicata al laboratorio interdisciplinare per l'arte e la produzione culturale fondato da Pistoletto a Biella, il Dipartimento educazione propone diversi eventi legati ai temi del dialogo e della multiculturalità. Giovedì 14 aprile - ore 18.30-19.30 e ore 20.30-21.30
    Mediterraneo. Storie di approdi
    Racconti e letture con la Comunità di Sant’Egidio  
    Al MAXXI uno spazio per ascoltare testimonianze, incrociare storie, rivivere percorsi. Di viaggio, di migrazione, di incontro. Fra culture, religioni, popoli, uomini del nostro mare. Per essere toccati – e non impauriti – da ciò che accade nel Mediterraneo. Per guardare con simpatia a chi vive di speranza e di audacia. Per guardare con compassione a chi non ce l’ha fatta.

    Giovedì 19 maggio, ore 18.30-20.30
    Il Mediterraneo tra immigrazione, dialogo e crisi

    Incontro intorno al Tavolo del Mediterraneo - Love Difference di Michelangelo Pistoletto con il Gruppo di Riflessione su Asilo e Immigrazione. Gli incontri di riflessione e analisi sull’immigrazione rappresentano un’esperienza originale svolta, da oltre 5 anni nel nostro paese, da un gruppo di intellettuali, operatori delle chiese e del sindacato, di ONG ed associazioni che operano a favore di immigrati, di giuristi, parlamentari e di alcune associazioni imprenditoriali, così come di membri di istituzioni pubbliche, di organizzazioni internazionali e amministrazioni, che hanno creato una rete per discutere dell’immigrazione, dell’asilo e delle loro problematiche, per affrontare i temi connessi al governo di tali fenomeni e per analizzare alcuni aspetti rilevanti della loro gestione.
    L’incontro al MAXXI sarà presentato e coordinato da Daniela Carlà e Ugo Melchionda.
    Rinascimente Artigiana
    Giovedì 26 maggio, ore 15.00-17.30
    Arte Artigianato e Design, insieme per lo sviluppo dei territori

    Cittadellarte, negli spazi della Sala Gian Ferrari del MAXXI, espone il progetto FORME IN MOVIMENTO, un cantiere in progress per la rappresentazione dei territori italiani attraverso il connubio Arte Contemporanea - Artigianato - Design - Impresa. Si tratta di un'iniziativa del laboratorio curato dall'Ufficio Produzione e Design di Cittadellarte, nata dall'incubatore di innovazione del territorio biellese (dove Cittadellarte ha sede) in collaborazione con la CNA-Confederazione Nazionale Artigiani e un consorzio di imprenditori. L'obbiettivo dell'incontro è esplorare le opportunità originate dall'incontro/scontro delle prospettive attuali che si aprono al mondo del design e dell'artigianato nel rapporto con l'arte contemporanea. Introduce e modera
    Paolo Naldini Direttore Cittadellarte
    Intervengono
    Anna Mattirolo Direttore MAXXI Arte
    Carlos Basualdo
    Curator at large MAXXI Arte
    Martha Friel
    Università IULM e Centro Studi Silvia Santagata
    Michele Trimarchi Professore di Economia della Cultura
    Stefano Micelli
    Professore Economia dell'Impresa Università Cà Foscari, autore di Futuro Artigiano, ed Marsilio
    Armona Pistoletto
    Curatrice Ufficio Produzione Cittadellarte e progetto Forme in movimento
    Gian Paolo Minazzi
    Direzione Attività Produttive Regione Piemonte
    Matteo Bonafede Presidente Associazione Artinfiera - Associazione Nazionale degli artisti artigiani
    Marco Romanelli Presidente Gruppo giovani Imprenditori CNA Biella
    Federica Preto
    Fondo Plastico, Artigianato Tradizionale & Contemporaneo d’eccellenza
    Stefania Vannini
    Responsabile Dipartimento Educazione MAXXI  

    Il silenzio racconta l’arte
    mercoledì 15 giugno, ore 14.00 - 17.00

    Sala Claudia Gian Ferrari - ingresso libero
    Dopo il percorso di visita sperimentale per non vedenti e ipovedenti, il Dipartimento Educazione del MAXXI promuove un progetto dedicato a un altro pubblico speciale, quello dei non udenti.
    Intorno al Tavolo del Mediterraneo. Love Difference di Michelangelo Pistoletto, sarà presentato il progetto nato dalla collaborazione tra il Dipartimento Educazione Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea e l’Istituto dei Sordi di Torino con l’obiettivo di favorire l’accessibilità dell’arte contemporanea alle persone sorde, ideando un lessico inedito con 80 nuovi segni specifici che interpretano la contemporaneità.
    Questi segni sono stati raccolti nel Dizionario di Arte Contemporanea in Lingua dei Segni Italiana, edito da Allemandi & C., con il patrocinio di AMACI Associazione Musei d’Arte Contemporanea Italiani, che verrà presentato nel corso dell’incontro.
    Dopo l’incontro il Dipartimento Educazione del MAXXI, coadiuvato da un interprete LIS, condurrà un percorso di visita sperimentale alla scoperta dell’edificio attraverso la collezione del museo e la mostra di Michelangelo Pistoletto. La visita è stata costruita prendendo spunto da alcuni termini contenuti nel Dizionario, che verranno spiegati attraverso opere presenti al MAXXI e la struttura del museo. A cominciare dall’opera di Giuseppe Penone Sculture di linfa che servirà a spiegare il termine installazione, alla grande opera di Sandro Chia Figure con bandiera e flauto che illustrerà olio e transavanguardia, per arrivare a la Venere degli stracci di Michelangelo Pistoletto per parlare di arte povera, mentre il termine video arte verrà illustrato dal lavoro di Lara Favaretto Too Fast.

    Saranno presenti:

    Anna Mattirolo
    Direttore MAXXI Arte
    Margherita Guccione
    Direttore MAXXI Architettura
    Luca Bianchi
    Coordinatore mediateca visuale Istituto Statale per sordi di Roma
    Luciano Candela Docente e Formatore di Lingua dei Segni
    Francesca Di Meo
    Mediateca visuale Istituto Statale per sordi di Roma
    Enrico Dolza
    Coordinatore Istituto dei Sordi di Torino
    Brunella Manzardo Ricercatrice Dipartimento Educazione Castello di Rivoli
    Anna Pironti Responsabile Capo Dipartimento Educazione Castello di Rivoli
    Laura Santarelli
    Accademia Europea Sordi Onlus
    Catterina Seia
    Cultural Manager
    Stefania Vannini Responsabile Dipartimento Educazione del MAXXI  

    Mediterraneo. Storie di approdi. Racconti e letture con la Comunità di Sant’Egidio

    Calendario eventi
    a cura del Dipartimento educazione
    In occasione della mostra Cittadellarte (fino al 4 settembre), dedicata al laboratorio interdisciplinare per l'arte e la produzione culturale fondato da Pistoletto a Biella, il Dipartimento educazione propone diversi eventi legati ai temi del dialogo e della multiculturalità.

    Mediterraneo. Storie di approdi
    Sabato 28 maggio - ore 19.00 - 20.00

    Racconti e letture con la Comunità di Sant’Egidio  
    Al MAXXI uno spazio per ascoltare testimonianze, incrociare storie, rivivere percorsi.
    Di viaggio, di migrazione, di incontro.
    Fra culture, religioni, popoli, uomini del nostro mare.
    Per essere toccati – e non impauriti – da ciò che accade nel Mediterraneo.
    Per guardare con simpatia a chi vive di speranza e di audacia.
    Per guardare con compassione a chi non ce l’ha fatta.

    Durante l’incontro Younes K., un giovane migrante afgano giunto in Italia cinque anni fa, ha raccontato la sua esperienza, il suo viaggio dall’Afghanistan. Younes K. è oggi ospite della Casa della Pace e studia la lingua italiana presso la Scuola di lingua e cultura italiana della Comunità di Sant’Egidio.

    Per le informazioni sulla Scuola di lingua e cultura italiana della Comunità di sant'Egidio clicca qui
    Il silenzio racconta l’arte
    mercoledì 15 giugno, ore 14.00 - 17.00

    Sala Claudia Gian Ferrari - ingresso libero
    Dopo il percorso di visita sperimentale per non vedenti e ipovedenti, il Dipartimento Educazione del MAXXI promuove un progetto dedicato a un altro pubblico speciale, quello dei non udenti.
    Intorno al Tavolo del Mediterraneo. Love Difference di Michelangelo Pistoletto, sarà presentato il progetto nato dalla collaborazione tra il Dipartimento Educazione Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea e l’Istituto dei Sordi di Torino con l’obiettivo di favorire l’accessibilità dell’arte contemporanea alle persone sorde, ideando un lessico inedito con 80 nuovi segni specifici che interpretano la contemporaneità.
    Questi segni sono stati raccolti nel Dizionario di Arte Contemporanea in Lingua dei Segni Italiana, edito da Allemandi & C., con il patrocinio di AMACI Associazione Musei d’Arte Contemporanea Italiani, che verrà presentato nel corso dell’incontro.
    Dopo l’incontro il Dipartimento Educazione del MAXXI, coadiuvato da un interprete LIS, condurrà un percorso di visita sperimentale alla scoperta dell’edificio attraverso la collezione del museo e la mostra di Michelangelo Pistoletto.
    La visita è stata costruita prendendo spunto da alcuni termini contenuti nel Dizionario, che verranno spiegati attraverso opere presenti al MAXXI e la struttura del museo. A cominciare dall’opera di Giuseppe Penone Sculture di linfa che servirà a spiegare il termine installazione, alla grande opera di Sandro Chia Figure con bandiera e flauto che illustrerà olio e transavanguardia, per arrivare a la Venere degli stracci di Michelangelo Pistoletto per parlare di arte povera, mentre il termine video arte verrà illustrato dal lavoro di Lara Favaretto Too Fast.

    Saranno presenti:

    Anna Mattirolo Direttore MAXXI Arte
    Margherita Guccione Direttore MAXXI Architettura
    Luca Bianchi Coordinatore mediateca visuale Istituto Statale per sordi di Roma
    Luciano Candela
    Docente e Formatore di Lingua dei Segni
    Francesca Di Meo Mediateca visuale Istituto Statale per sordi di Roma
    Enrico Dolza Coordinatore Istituto dei Sordi di Torino
    Brunella Manzardo
    Ricercatrice Dipartimento Educazione Castello di Rivoli
    Anna Pironti
    Responsabile Capo Dipartimento Educazione Castello di Rivoli
    Laura Santarelli
    Accademia Europea Sordi Onlus
    Catterina Seia Cultural Manager
    Stefania Vannini
    Responsabile Dipartimento Educazione del MAXXI