Distant Memory I

Distant Memory

Avish Khebrehzadeh
Distant Memory I
2003
Video installazione, dvd, olio d’oliva, resina e grafite su carta,
cm 231 x 306, durata 4’54”
Collezione permanente MAXXI Arte

All’inizio degli anni novanta Avish Khebrehzadeh si trasferisce in Italia per studiare all’Accademia di Belle Arti di Roma, dove realizza Distant Memory I, opera finalista all’edizione del 2003 del Premio per la Giovane Arte Italiana ed esposta alla Biennale di Venezia di quell’anno. All’inizio della sua ricerca, dagli inizi degli
anni novanta ai primi anni del 2000, l’artista realizza disegni figurativi su fogli di carta di grandi dimensioni, caratterizzati dalla semplicità del tratto. In quest’opera disegni realizzati su fogli di carta semitrasparente e sovrapposti tra loro a creare un arretramento prospettico fanno da sfondo alla video proiezione, costituita da un’animazione di disegni Il video è composto da una serie di sketch in cui dei cavalli si muovono lentamente, enfatizzando l’effetto di calma suscitato dalla semplicità del tratto a matita. Suoni e rumori della natura fanno da sottofondo alla video animazione. Il video è utilizzato dall’artista come supporto narrativo per le sue storie.

 

Foto Avish Khebrehzadeh. Courtesy Galleria SALES