Bartolini, Massimo

Massimo Bartolini nasce a Cecina (Livorno) nel 1962, dove vive e lavora. Ha esposto in Italia e all’estero e ha partecipato a numerose esposizioni internazionali, come Manifesta 4 (Francoforte, 2002), la LI e la XLVIII  Esposizione Internazionale d’Arte La Biennale di Venezia (rispettivamente nel 2005 e nel 1999). Tra le mostre personali, quelle realizzate presso: Museu Serralves – Museu de Arte Contemporanea, Porto, 2007; Ikon Gallery – Ikon Eastside, Birmingham, Gran Bretagna, 2007; GAM – Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea, Torino, 2005; Centro per l’Arte Contemporanea Luigi Pecci, Prato, 2003; StŠdtisches Museum Abteiberg, Mönchengladbach, Germania, 2003; Forum Kunst Rottweil, Rottweil, Germania, 2000; Casa Masaccio Centro per l’Arte Contemporanea, San Giovanni Valdarno, 1998; Fondazione Teseco per l’Arte, Pisa, 1997. Tra le collettive ricordiamo: Où? Scenes du Sud: Espagne, Italie, Portugal, Carrè d’Art – Musée d’Art Contemporain de Nimes, Nimes, Francia, 2007; Ironia Domestica. Uno sguardo curioso tra collezioni private italiane, Museion – Museo d’Arte Moderna e Contemporanea, Bolzano, 2007; Ecstasy: In and About Altered States, The Museum of Contemporary Art, Los Angeles, USA, 2005.