De Pietri, Paola

Le fotografie di Paola De Pietri (Reggio Emilia, 1960) indagano la condizione dell’individuo nella sua relazione con l’ambiente e comportano un’implicazione concettuale tesa alla presa di coscienza delle dinamiche spazio-temporali del vissuto: «una fotografia di comportamento performativa, tutta tesa a interpretare il reale secondo uno stato di esperienza e di relazione» (C. Marra, Paola De Pietri, Quaderni della Galleria d’Arte Moderna di Bologna, Bologna 2001).
Il suo lavoro nasce dunque da un’attenta osservazione del territorio, urbano o naturale in cui si attuano queste dinamiche. «L’idea di transitorietà e di piccole ma fondamentali variazioni temporali è in molti miei lavori e accompagna il passaggio da uno stato all’altro, sia nel paesaggio che nella condizione dell’uomo».