Mariniello, Raffaela

Raffaela Mariniello (Napoli, 1961) si è avvicinata presto alla fotografia collaborando con un’agenzia di fotogiornalismo, indirizzando poi la sua attenzione al paesaggio e all’architettura, con un linguaggio che negli anni si è aperto a nuove modalità espressive.
Segnata da tappe importanti (come il lavoro sulla ex Italsider di Bagnoli o il progetto artistico ARIN realizzato con Daniel Buren – per citarne solo due) la sua ricerca si appunta sull’analisi di quelle contraddizioni – culturali prima ancora che visive – che si registrano nel paesaggio urbano. Quella che ne deriva è una visione metafisica e straniante, dai toni a volte poetici ma più spesso ironici, che riesce a rendere manifesti gli elementi incongrui e trasfiguranti del paesaggio contemporaneo.