Schezen, Roberto

Nato nel 1950 a Milano e morto a New York nel 2002, Roberto Schezen ha dedicato gran parte della sua carriera alla fotografia d’architettura, ritraendo gli edifici di Luis Kahn e Adolf Loos e quelli di Vienna del periodo della Secessione, oltre a palazzi, castelli, ville europee e alcune tra le più significative dimore americane di Newport e Palm Beach. Schezen ha anche ritratto gli antichi templi del Messico e dell’America centrale, diversi monumenti italiani (da cui la celebre serie di fotografie degli atleti dello Stadio dei Marmi e delle statue del Palazzo della Civiltà Romana).
Opere di Schezen sono nelle collezioni permanenti del MOMA di New York e del Centro Canadese d’Architettura di Montreal. Suoi lavori sono stati esposti a New York, presso la Edwynn Houk Gallery, la Earl McGrath Gallery e la Max Protetch Gallery, oltre ad essere state pubblicate nelle più importanti riviste europee ed americane di design e architettura.
A partire dal 1985 Schezen ha pubblicato, in collaborazione con Rizzoli International e Monacelli Press, diversi volumi monografici che documentano la sua produzione fotografica in Italia, Francia, Spagna e America.