MAXXI, febbraio 2006. Foto di Roberto Galasso