IaN+

IaN+

Lo studio IaN+ (Carmelo Baglivo, Luca Galofaro e Stefania Manna) si costituisce nel 1997 e si struttura attorno ad un nucleo di tre persone con formazioni ed esperienze professionali diverse. Questa struttura multidisciplinare si pone l’obiettivo di costituire un punto di incontro e di sovrapposizione tra la teoria e la pratica dell’architettura. Le aree di attività dello studio IaN+ interessano varie scale d’intervento, dalle architetture d’interni, alle opere pubbliche, ai progetti sulla città e sul territorio.
Tra i progetti  in fase di completamento:  una struttura di accoglienza e spazi di collegamento per il nuovo Ospedale del Mare di Napoli, un “Punto Verde Qualità” per una piscina e centro sportivo nell’area Arco di Travertino a Roma
Nel 2011 completano la Scuola Elementare ad Herat in Afganistan, co-progettata con gli studi ma0, 2A+P/A e M. Cutuli.
I loro progetti La casa di Goethe, La fondazione Mies van der Rohe e Microutopie sono nella collezione permanente del FRAC Centre di Orléans, Francia.
Nel 2006 IaN+ ottiene la Medaglia d’oro dell’architettura Italiana per l’opera prima della Triennale di Milano, e nel 2010 è nominato al Premio Internazionale “Iakov Chernikhov”.
Nel 2010 pubblicano il libro Modelli (ed. LIBRIA). È del 2007 la loro prima monografia: IaN+ – New Ecology (ed. AADCU Publication, Pechino, Cina). Partecipano a diverse mostre internazionali di architettura tra cui: ArchiLab 2000, 2001, 2002, Orléans; Biennale di Architettura di Venezia 2000, 2004, 2008, 2010.

www.ianplus.it

IaN+, Centro ricreativo a Falcognana (Roma), 2007 – 2011