Kounellis, Jannis

Jannis Kounellis
Nasce a Pireo in Grecia nel 1936 e nel 1956 si trasferisce a Roma dove frequenta l’Accademia di belle arti. Fin dai primi lavori appare evidente la volontà di uscire dalla stagione artistica ‘informale’ e del dopoguerra per delineare un nuovo codice visivo in cui convivano l’arcaico, il classico e il contemporaneo. Nel 1969, portando alle estreme conseguenze il processo linguistico intrapreso, espone dodici cavalli vivi disposti lungo le pareti della galleria L’Attico di Roma. L’azione di Kounellis è rivolta a denotare il perimetro dello spazio considerato come cavità teatrale ove attuare una propria drammaturgia. In tali modi, dopo avere contribuito alla nascita e alla formulazione dell’Arte povera, negli ultimi anni il suo lavoro definisce con cruciale incisività il nodo e i rapporti con la tradizione e l’epos popolare.