TAXXI_Movimento di corpi e mezzi al riparo dalle piogge acide contemporanee

Taxxi

Sabato 15 ottobre, ore 18.00

6 artisti e un gruppo di 60 persone insieme in una performance condivisa negli spazi del Museo per prenderne possesso e per sperimentare un’inversione di ruoli: da visitatori passivi a visitatori attivi e compartecipi.

È TAXXI, evento conclusivo di un progetto del Dipartimento educazione, a cura di Myriam Laplante, ideato e realizzato da Petra Arndt, Ali Assaf, Myriam Laplante, Ilaria Loquenzi, Branislav Petric, Ganni Piacentini.

La performance gratuita animerà gli spazi aperti al pubblico del museo (l’ingresso, le scale, la piazza) con azioni, tableaux vivants, video e suoni elaborati durante i workshop per creare un’installazione collettiva performativa e sonora.
Il progetto, che ha coinvolto persone comuni e artisti nella realizzazione di un evento corale,  ha permesso a un pubblico eterogeneo di prendere familiarità con gli spazi spettacolari del MAXXI e con le pratiche artistiche contemporanee.

Alla guida i taxxisti: Petra Arndt, Ali Assaf, Myriam Laplante, Ilaria Loquenzi, Branislav Petric, Ganni Piacentini
Alla centrale: Myriam Laplante
Ruote di scorta: artisti§innocenti
Clacson: Dragan Matić
Da passeggeri ad autisti: i partecipanti al workshop TAXXI
Polizza assicurativa: Dipartimento educazione del MAXXI

TAXXI fa parte del programma di workshop d’artista che il Dipartimento educazione ha avviato nel 2010 con Cesare Pietroiusti nell’ambito del progetto rivolto a persone con disagio mentale. Per il 2011 e il 2012, il programma vedrà coinvolti importanti artisti e architetti, per scoprire in presa diretta il pensiero contemporaneo.

Con la collaborazione di Cooperativa Radio Taxi 3570