Paesaggio da progettare


giovedì 19 aprile, ore 16.30
Auditorium del MAXXI – ingresso libero

Paesaggio da progettare è il secondo di due approfondimenti sul paesaggio italiano organizzati nell’ambito della mostra Re-cycle.

Studiosi, architetti, sociologi e rappresentanti della società civile discuteranno del continuo consumo del territorio italiano degli ultimi sessanta anni, della convenienza di frenare l’espansione delle nuove costruzioni sia dal punto di vista del risparmio energetico che urbanistico e sociale, e della necessità di sviluppare approcci progettuali e produttivi volti all’utilizzo del costruito esistente.

Con i politici invitati si ragionerà sui vantaggi che derivano dal minimizzare l’impatto ambientale, con interventi di recupero e valorizzazione urbana e paesaggistica. Si valuteranno proposte per incentivare la trasformazione del patrimonio edilizio esistente e, nello stesso tempo, proposte per contrastare efficacemente il consumo del territorio e il degrado del paesaggio.

Apertura lavori
Pio Baldi Presidente Fondazione MAXXI
Interventi
Mosè Ricci Professore ordinario Progettazione urbanistica – Università di Genova
Manlio Vendittelli Professore ordinario Dipartimento Data – Università Sapienza
Giuseppe Roma Direttore Generale Censis e Stefano Sampaolo Ricercatore Censis
Roberto Grossi Presidente Federculture
Angelo Artale Direttore Generale Finco – Confindustria
Arturo Lanzani Professore ordinario Tecnica e Pianificazione Urbanistica
Stefano Masini Responsabile Area Ambiente e Territorio – Coldiretti
Daniela Sandroni MiBAC – D.G. PABAAC Serv. IV Tutela e Paesaggio
Tonino Paris Direttore Dipartimento Data – Università Sapienza
Edoardo Zanchini Vicepresidente Legambiente

Valutazioni della Politica

Introduce e coordina
Pio Baldi Presidente Fondazione MAXXI
Partecipano
Roberto Cecchi Sottosegretario MiBAC
Aurelio Lo Fazio Assessore alle Politiche dell’Agricoltura Provincia di Roma
Matteo Orfini Responsabile Cultura e Informazione Partito Democratico