Asterios Polyp


venerdì 20 aprile, ore 18.30
Sala incontri MAXXI B.A.S.E. – ingresso libero

Il romanzo a fumetti di David Mazzucchelli (Rhode Island, 1960), uno dei più innovativi autori del genere, pubblicato in Italia da Coconino Press – Fandango, ha per protagonista un architetto cinquantenne di nome Asterios Polyp. Di padre greco e madre italiana, è un architetto newyorchese di successo, un «architetto di carta», un professore famoso più per i suoi progetti che per le opere realizzate. La sua visione dell’architettura e del mondo è rigidamente duale, fatta di opposizioni inconciliabili: razionale e irrazionale, linee rette e curve, arte e vita.
Ma nella sua vita irrompe Hana, giovane artista di cui s’innamora e che sposerà. Hana è la contraddizione che lo mette in crisi: è la possibilità di inserire un tavolino curvilineo tra i mobili rigidamente squadrati della sua casa, è la terza dimensione nello spazio delle sculture di cui è autrice, contro la piatta bidimensionalità su carta dell’architetto, è una visione del mondo che contempla l’altro, le altre forme e le altre identità. Un conflitto destinato a deflagrare come la folgore che manderà in fiamme la casa di Asterios e la tempesta che ne sconvolgerà la vita.

Al MAXXI l’incontro/dialogo sui temi disciplinari, esistenziali e narrativi che il libro suscita è condotto da Renato Pallavicini, giornalista, architetto ed esperto di fumetti, che illustrerà trama e significati del libro, coadiuvato dalla proiezione di disegni, tavole e particolari.
Ospiti dell’iniziativa: Franco Purini, architetto che ha fatto del disegno il proprio strumento di ricerca, e che interverrà sulle “architetture di carta”, arricchendo la testimonianza con le proprie riflessioni teorico-grafiche; Francesco Pacifico, scrittore, giornalista e traduttore dell’edizione italiana di Asterios Polyp, ragionerà sui rapporti tra letteratura e graphic novel e su quelli tra personaggi e vita.