L’archivio e la biblioteca di “Incontri Internazionali d’Arte” entrano nella collezione del MAXXI

Roma, 07 settembre 2012
L’archivio e la biblioteca di Incontri Internazionali d’Arte entrano nella collezione del MAXXI
Grazie alla donazione di Gabriella Buontempo, 100.000 documenti e 8.000 libri di inestimabile valore e i progetti della mostra “Roma Interrotta”(1978).

Quaranta anni di avanguardia che hanno rivoluzionato l’arte e la cultura in Italia entrano al MAXXI. In seguito alla generosa donazione di Gabriella Buontempo, nipote della fondatrice Graziella Lonardi Buontempo scomparsa nel 2010, l’Archivio e la Biblioteca della celebre associazione culturale Incontri Internazionali d’Arte diventano parte della collezione del MAXXI Arte e del MAXXI Architettura.
Fotografie d’autore, pubblicazioni, disegni, progetti, corrispondenza, inviti e video, per un totale di circa 100.000 documenti e 8.000 libri che saranno consultabili presso il MAXXI B.A.S.E. , il centro studi del museo.

    mercoledì 10 ottobre 2012, ore 17.30
    presso The Duke Street Gallery – Christie’s, 8 King Street – London

    Viene presentato al pubblico internazionale di collezionisti, galleristi e amanti dell’arte giunti a Londra per Frieze – Fiera di Internazionale di Arte Contemporanea, lo straordinario patrimonio costituito dalla donazione dell’Archivio e della biblioteca di Incontri Internazionali d’Arte. Partecipano all’incontro Anna Mattirolo Direttore MAXXI Arte e Achille Bonito Oliva

 

Graziella Lonardi Buontempo alla mostra Vitalità del negativo nell’arte italiana 1960-1970 con l’ opera di Getulio Alviani, Palazzo delle Esposizioni, Roma 1971. Foto Massimo Piersanti

Achille Bonito Oliva e Graziella Lonardi Buontempo davanti al manifesto di Vitalità del negativo nell’arte italiana 1960/70, Roma 1970. Foto Massimo Piersanti