Kentridge, l’arte è rifiuto del tempo