Con Veaute e Trussardi il MAXXI è donna