MAXXI » Eventi http://www.fondazionemaxxi.it Museo nazionale delle Arti del XXI secolo Thu, 05 Mar 2015 10:37:21 +0000 it hourly 1 http://wordpress.org/?v=3.3.2 Copyright © MAXXI Museo nazionale delle arti del XXI secolo 2012 community@fondazionemaxxi.it (Fondazione Maxxi) community@fondazionemaxxi.it (Fondazione Maxxi) 1440 http://www.fondazionemaxxi.it/wp-content/plugins/podpress/images/powered_by_podpress.jpg MAXXI http://www.fondazionemaxxi.it 144 144 http://www.fondazionemaxxi.it/?feed=podcast Museo Nazionale delle Arti del XXI Secolo Fondazione Maxxi Fondazione Maxxi community@fondazionemaxxi.it no no Perché Lina Bo [Bardi]? http://www.fondazionemaxxi.it/2015/03/03/perche-lina-bo-bardi/ http://www.fondazionemaxxi.it/2015/03/03/perche-lina-bo-bardi/#comments Tue, 03 Mar 2015 16:28:21 +0000 CF http://www.fondazionemaxxi.it/?p=47762
Una conferenza di Zeuler Lima
giovedì 12 marzo, ore 17.30
Sala Studio del Centro Archivi – ingresso libero fino a esaurimento posti

Partendo dal titolo provocatorio dell’intervento di Zeuler R.M. de A. Lima, professore presso la Washington University a St. Louis e autore della biografia Lina Bo Bardi pubblicata da Yale University Press nel 2013, l’incontro è un invito a riflettere sul perché questo architetto, per un lungo tempo ignorata in Brasile e dimenticata in Italia, viene a trovarsi una ventina d’anni dopo la sua morte al centro del discorso dell’architettura contemporanea mondiale.

Partendo dell’analisi storica e architettonica del suo progetto paradigmatico, il SESC Pompeia a São Paulo, viene messo in luce come questo progetto sia divenuto punto di riferimento per comprendere la genealogia del pensiero di Lina e le questioni che restano aperte sul recupero della sua memoria.

Introduce
Margherita Guccione Direttore MAXXI Architettura

Intervengono
Alessandra Criconia Sapienza Università di Roma
Francesca R. Castelli Sapienza Università di Roma

]]>
http://www.fondazionemaxxi.it/2015/03/03/perche-lina-bo-bardi/feed/ 0
Nawrūz. Il Capodanno persiano http://www.fondazionemaxxi.it/2015/03/03/nawruz-il-capodanno-persiano/ http://www.fondazionemaxxi.it/2015/03/03/nawruz-il-capodanno-persiano/#comments Tue, 03 Mar 2015 16:19:20 +0000 CF http://www.fondazionemaxxi.it/?p=48041
sabato 21 marzo
Un’intera giornata dedicata ai festeggiamenti del Nawrūz, il Capodanno persiano in occasione della mostra Unedited History. Iran 1960-2014 con visite guidate, laboratori e, per finire, cena persiana con musica tradizionale.

dalle ore 16.00 alle 17.30
Laboratorio per famiglie
per i bambini dai 6 ai 10 anni
Il Capodanno persiano è una ricorrenza tradizionale molto sentita in Iran e cade lo stesso giorno dell’inizio della primavera. I festeggiamenti prevedono, tra gli altri rituali, la preparazione dell’Haft Sîn cioè della tavola con sette oggetti che iniziano con la lettera “s”. Nel laboratorio si prepara insieme la tavola scoprendo i significati degli oggetti tradizionali e creando i tradizionali cesti con germogli di grano.

costi
€ 8 a bambino, gratuito per l’adulto accompagnatore
€ 4 per i bambini dei possessori della card myMAXXI
Il laboratorio non prevede la visita alla mostra
Prenotazione obbligatoria e acquisto al numero 06 3201954

dalle ore 17.30 alle 19.00
Visita guidata + Cena tradizionale
Visite guidate ogni mezz’ora alla mostra Unedited History. Iran 1960-2014
alle ore 17.30, 18.00, 18.30 e 19.00
L’acquisto del pacchetto biglietto di ingresso ridotto + visita guidata dà diritto alla partecipazione al buffet di cucina tradizionale persiana allestito nello Spazio D a partire dalle ore 19.00.

costi
€ 12 a persona (biglietto di ingresso ridotto € 8 + visita guidata € 4)
Prenotazione obbligatoria entro domenica 15 marzo 2015

dalle ore 20.30 alle 21.30
Concerto dei Barbad Project
Musica e danza tradizionale persiana da un’idea di Reza, Hamid e Navid Mohsenipour
Auditorium, ingresso libero fino ad esaurimento posti

Per informazioni, prenotazioni e acquisto scrivere a edumaxxi@fondazionemaxxi.it
o chiamare 06 3201954

]]>
http://www.fondazionemaxxi.it/2015/03/03/nawruz-il-capodanno-persiano/feed/ 0
MAXXI Live Music http://www.fondazionemaxxi.it/2015/03/03/maxxi-live-music-8/ http://www.fondazionemaxxi.it/2015/03/03/maxxi-live-music-8/#comments Tue, 03 Mar 2015 14:38:27 +0000 CF http://www.fondazionemaxxi.it/?p=48087 27 marzo – 17 aprile 2015
Spazio D – ingresso 11 euro
con il biglietto del concerto l’ingresso al museo è ridotto (8 euro) per una settimana

a cura di Paolo Damiani

Al via la seconda edizione di MAXXI Live Music, il programma di concerti di musica jazz realizzato insieme al Conservatorio di Santa Cecilia.

Quest’anno Paolo Damiani, Fabio Zeppetella, Maria Pia De Vito e Rosario Giuliani, sono i quattro artisti di prestigio internazionale, ma anche docenti del Dipartimento Jazz del Conservatorio di Santa Cecilia, che si esibiranno in un primo momento di assolo per poi dirigere gli ensamble degli studenti in un programma di composizioni originali.

venerdì 27 marzo, ore 20.00
Paolo Damiani & Santa Cecilia Jazz Ensamble

Paolo Damiani, compositore, direttore d’orchestra, contrabbassista e violoncellista suona insieme al Santa Cecilia Jazz Ensamble composto da Sara Jane Ceccarelli (voce), Francesco Fratini (tromba), Andrea Molinari (chitarra), Fabio Sasso (batteria).
I solisti del Santa Cecilia Jazz Ensamble sono stati selezionati tra gli oltre 200 studenti del Dipartimento Jazz di Santa Cecilia diretto da Damiani e si esibiranno in composizioni strutturate caratterizzate da ampi momenti di improvvisazione.

PROSSIMI CONCERTI
venerdì 3 aprile | Rosario Giuliani & Santa Cecilia Jazz Lab
venerdì 10 aprile | Fabio Zeppetella Quartet
venerdì 17 aprile | Maria Pia De Vito & Vocal Ensemble Santa Cecilia

]]>
http://www.fondazionemaxxi.it/2015/03/03/maxxi-live-music-8/feed/ 0
Padiglione Italia Expo Milano 2015 http://www.fondazionemaxxi.it/2015/03/03/presentazione-del-padiglione-italia-expo-milano-2015/ http://www.fondazionemaxxi.it/2015/03/03/presentazione-del-padiglione-italia-expo-milano-2015/#comments Tue, 03 Mar 2015 11:19:45 +0000 CF http://www.fondazionemaxxi.it/?p=48019
martedì 17 marzo, ore 17.00
Auditorium del MAXXI – ingresso libero fino ad esaurimento posti

Una foresta urbana. Una “pelle” ramificata disegnata dallo Studio Nemesi come involucro esterno di Palazzo Italia che evoca una figuratività primitiva e tecnologica al tempo stesso.

Il progetto del Padiglione Italia è il risultato del concorso internazionale aggiudicato da Expo 2015.
Su 68 studi partecipanti ha vinto il progetto di Nemesi&Partners, che prevede la realizzazione dell’edificio permanente Palazzo Italia (circa 13.200 mq su 6 livelli) e degli edifici temporanei del Cardo (circa 13.700 mq su 3 livelli).

Un simbolo della grande fabbrica creativa contemporanea

Il progetto, connotato da una forte sperimentalità, è contraddistinto da un’attenzione all’innovazione tecnologica e approccio sostenibile, unite alle competenze e al saper fare delle imprese italiane coinvolte.

Introducono
Giovanna Melandri Presidente Fondazione MAXXI
Margherita Guccione Direttore MAXXI Architettura
Diana Bracco Presidente Expo 2015

Intervengono
Studio Nemesi
Italcementi

PROSSIMO APPUNTAMENTO
martedì 24 marzo, ore 17.00
Presentazione del Padiglione Cileno in collaborazione con l’Ambasciata del Cile

]]>
http://www.fondazionemaxxi.it/2015/03/03/presentazione-del-padiglione-italia-expo-milano-2015/feed/ 0
Premio Firouz Galdo 2014 http://www.fondazionemaxxi.it/2015/02/27/premio-firouz-galdo-2014/ http://www.fondazionemaxxi.it/2015/02/27/premio-firouz-galdo-2014/#comments Fri, 27 Feb 2015 11:40:28 +0000 CF http://www.fondazionemaxxi.it/?p=48010

“Ogni volta che varchiamo una soglia
si modifica qualcosa dentro di noi”

Firouz Galdo

Il MAXXI prosegue il suo impegno per promuovere l’indagine sui temi della creatività contemporanea collaborando con l’Associazione MENO, realtà nata per conservare e promuovere l’opera dell’architetto romano Firouz Galdo, scomparso nel 2012. Da questa collaborazione nasce il Premio Firouz Galdo per promuovere e sostenere i giovani talenti creativi nello sviluppo delle proprie ricerche con la massima libertà di scelta nell’ambito delle discipline artistiche: architettura, arte, danza, design, fotografia e video, poesia, scenografia.
Il Premio intende trasmettere alle nuove generazioni l’importanza della ricerca e della sperimentazione culturale, due temi che hanno sempre contraddistinto la poliedrica produzione dell’architetto.

venerdì 6 marzo, ore 18.30
Premio Firouz Galdo 2014
MAXXI B.A.S.E. – Sala Graziella Lonardi Buontempo – ingresso libero fino a esaurimento posti

La soglia è il tema del Premio rivolto ad operatori della cultura under 35, attivi in architettura, arte, danza, design, fotografia e video, poesia e scenografia.
La giuria, composta da Michele De Lucchi, Margherita Guccione, Lea Mattarella, Luca Molinari, Paolo Repetti e Barbara Salvucci, ha selezionato tre progetti da cui uscirà il vincitore finale. I tre sono Saverio Cantoni e Lucio Cesare Casellato (ciascuno con un progetto di documentario sulla città come scenario privilegiato di soglie e trasformazioni) ed Eleonora Quadri, che ha immaginato un’installazione di foto, video e testi scolpiti, tesi a dar conto dell’acqua, la più liquida delle soglie.

]]>
http://www.fondazionemaxxi.it/2015/02/27/premio-firouz-galdo-2014/feed/ 0
L’ora di Storia http://www.fondazionemaxxi.it/2015/02/25/lora-di-storia/ http://www.fondazionemaxxi.it/2015/02/25/lora-di-storia/#comments Wed, 25 Feb 2015 11:11:14 +0000 CF http://www.fondazionemaxxi.it/?p=47943

La complessità, i controsensi
e i ruoli dei conflitti
nelle vicende e dinamiche storiche

Cinque incontri con storici, docenti universitari, giornalisti in occasione della mostra Architettura in Uniforme. Progettare e costruire durante la seconda guerra mondiale, per approfondire fatti, luoghi e personaggi al centro dei due conflitti mondiali e comprendere il contesto storico e culturale della guerra.

venerdì 6 marzo, ore 17.30
La Prima Guerra Mondiale
con Paolo Mieli
Auditorium del MAXXI – ingresso 4 euro
con il biglietto della lezione l’ingresso al museo è ridotto (8 euro)
gratuito per i possessori della myMAXXI, con ritiro del biglietto
>>ACQUISTA ORA IL TUO BIGLIETTO ONLINE SU TICKETONE!

La pallottola che la mattina del 28 giugno 1914 colpì a Sarajevo l’arciduca Francesco Ferdinando dando inizio alla prima guerra mondiale, fu estratta, messa da parte ed è ancor oggi esposta in una teca del castello boemo di Konopiste. Il colpo andò a segno quasi per caso. Oggi gli storici sono concordi nel ritenere che, se quel proiettile non fosse andato a segno, la guerra prima o poi sarebbe esplosa lo stesso e avrebbe ugualmente cambiato il mondo intero.

Presenta
Giovanna Melandri Presidente Fondazione MAXXI
Introduce
Margherita Guccione Direttore MAXXI architettura

PROSSIMI INCONTRI
venerdì 20 marzo | Da Sarajevo ad oggi: paranoia collettiva e origine dei conflitti con Stefano Carta, Attilio Giordano, Luigi Zoja
venerdì 3 aprile | La Seconda Guerra Mondiale con Giovanni Sabbatucci
mercoledì 15 aprile | Le guerre contemporanee con Lucio Caracciolo
mercoledì 22 aprile | Le guerre di religione con Alberto Melloni

CREDITI
Sono previsti due crediti formativi per gli studenti di architettura di Roma Tre

]]>
http://www.fondazionemaxxi.it/2015/02/25/lora-di-storia/feed/ 0
Citytelling. Raccontare identità urbane: Milano e Roma http://www.fondazionemaxxi.it/2015/02/23/citytelling-milano-e-roma/ http://www.fondazionemaxxi.it/2015/02/23/citytelling-milano-e-roma/#comments Mon, 23 Feb 2015 17:31:37 +0000 CF http://www.fondazionemaxxi.it/?p=47718
mercoledì 4 marzo, ore 18.30
MAXXI B.A.S.E. – Sala Graziella Lonardi Buontempo – ingresso libero fino a esaurimento posti

Storie identitarie e caratteri della comunità raccontano le città, stabilendo una nuova percezione dei cambiamenti strutturali intervenuti nei territori di Milano e Roma.

Intervengono

Giovanni Caudo Assessore alla Trasformazione Urbana Comune di Roma
Ada Lucia De Cesaris Vice sindaco, Urbanistica, Edilizia Privata Agricoltura Comune di Milano
Nadio Delai Sociologo, già direttore del Censis e di Raiuno
Margherita Guccione Direttore MAXXI Architettura
Stefano Rolando Autore di Citytelling (Egea)e docente dell’Università IULM di Milano

]]>
http://www.fondazionemaxxi.it/2015/02/23/citytelling-milano-e-roma/feed/ 0
Lina Bo Bardi. Una protagonista della trasformazione politica e intellettuale in Brasile http://www.fondazionemaxxi.it/2015/02/17/lina-bo-bardi-una-protagonista-della-trasformazione-politica-e-intellettuale-in-brasile/ http://www.fondazionemaxxi.it/2015/02/17/lina-bo-bardi-una-protagonista-della-trasformazione-politica-e-intellettuale-in-brasile/#comments Tue, 17 Feb 2015 16:41:02 +0000 CF http://www.fondazionemaxxi.it/?p=47734
Conferenza di Renato Anelli
giovedì 26 febbraio, ore 17.30
Sala Studio del Centro Archivi – ingresso libero fino a esaurimento posti

Gli studi internazionali dell’opera di Lina Bo Bardi prestano poca attenzione all’influenza che in essa ha avuto il pensiero teorico e il processo storico del Brasile di quegli anni.
Questo focus riflette sulle vicende della vita di Lina Bo Bardi in campo artistico, politico e intellettuale in momenti cruciali della storia del paese.

Tra Italia e Brasile,
Lina Bo Bardi porta avanti un proprio atteggiamento teorico-critico
che trova materializzazione nella sua architettura, nel design,
nella scenografia e nella grafica

Dalla sua partecipazione al progetto di sviluppo industriale a San Paolo attraverso il Masp e l’Istituto di Arte Contemporanea nei primi anni ‘50, al Museo di Arte Moderna di Bahia (1959-1964), dove Lina si occupa dei progetti di sviluppo regionali tramite la ricerca di un disegno industriale appoggiato alla cultura popolare, che lei interpreta come una “civiltà della sopravvivenza”, interrotta dal colpo di stato del 1964; e per finire, la sua revisione critica dei principi moderni della pianificazione e dell’industrial design negli anni ‘70, quando produce opere che cercano una partecipazione comunitaria e dei lavoratori, come una sorta di Action-Architecture nel cantiere edile.

Introduce
Margherita Guccione Direttore MAXXI Architettura

Interviene
Renato Anelli architetto e urbanista, professore ordinario dell’lnstituto de Arquitetura e Urbanismo della Universidade de Sāo Paulo a Sāo Carlos e direttore dell’Instituto Lina Bo e P.M. Bardi.

Conclude
Maria Argenti Direttore della rivista “Rassegna di Architettura e Urbanistica”, architetto e professore ordinario di Architettura e Composizione architettonica del Corso di Laurea in Ingegneria Edile-Architettura presso la Facoltà di Ingegneria della Sapienza Università di Roma.

]]>
http://www.fondazionemaxxi.it/2015/02/17/lina-bo-bardi-una-protagonista-della-trasformazione-politica-e-intellettuale-in-brasile/feed/ 0
1,2,3…MAXXI! Tre weekend di gioco, teatro, musica http://www.fondazionemaxxi.it/2015/02/17/123maxxi-teatro/ http://www.fondazionemaxxi.it/2015/02/17/123maxxi-teatro/#comments Tue, 17 Feb 2015 11:56:56 +0000 Angela http://www.fondazionemaxxi.it/?p=47812 Tre fine settimana dedicati ai più piccini, per giocare, creare e inventare insieme.

GIOCO E TEATRO
a cura del Teatro Verde
sabato 28 febbraio, ore 11.30
Teatrino dei burattini – “La strega bruttarella”
I più piccoli provano a coronare il sogno d’amore di due burattini. Musica, situazioni comiche, attori e irresistibili burattini coinvolgono i bambini e strappano qualche risata anche agli adulti.
Info
Per bambini dai 3 anni in su
Durata: 60 minuti circa
Max 100 partecipanti

domenica 1 marzo, ore 11.30
Cantastorie – “Storie all’improvviso” di e con Andrea Calabretta
Uno spettacolo di narrazione, fatto di storie cantate, accennate, raccontate, recitate. Storie di ricordi e di sogni.
Info
Per bambini dai 4 anni in su
Durata: 60 minuti circa
Max 100 partecipanti

Costi
6,00 euro bambino
6,00 euro adulto
20,00 euro famiglia (di 4 componenti)
I partecipanti all’evento possono visitare il museo con biglietto ridotto ad 8€ fino alla domenica successiva, 8 marzo, presentando la ricevuta in biglietteria

Per prenotazioni e acquisto
• Scrivi a edumaxxi@fondazionemaxxi.it
• Telefona al numero 063201954
• Recati presso l’infopoint del museo

]]>
http://www.fondazionemaxxi.it/2015/02/17/123maxxi-teatro/feed/ 0
Le Storie della moda http://www.fondazionemaxxi.it/2015/02/17/le-storie-della-moda-6/ http://www.fondazionemaxxi.it/2015/02/17/le-storie-della-moda-6/#comments Tue, 17 Feb 2015 09:54:10 +0000 CF http://www.fondazionemaxxi.it/?p=47803
Sei appuntamenti per ripercorrere la grande storia della moda italiana del XX e XXI secolo e le vicende dei suoi protagonisti attraverso i racconti di critici e studiosi

sabato 9 maggio, ore 11.00
In Between. La moda italiana contemporanea
con Maria Luisa Frisa
Auditorium del MAXXI – ingresso 4 euro

Anni novanta: il sistema della moda si consolida, inglobando anche tutte le debolezze e le contraddizioni per trasformarsi in quel vorace Total Living, declinato da definizioni della moda, intesa come industria e forma culturale. Un decennio strano, e frastagliato, compreso tra le rovine del crollo del Muro di Berlino nel 1989 e quelle dell’attentato alle torri gemelle del 2001. Trionfa quella silhouette tagliente, sottilmente underground codificata da Raf Simons e che Hedi Slimane trasformerà in abiti sartoriali e unisex. La moda entra in rotta di collisione con il corpo. I corpi si restringono, abbandonando le esuberanze da wonder woman, e Prada inizia la sua marcia trionfale usando il nylon tecnico per abiti che introducono un nuovo concetto di bellezza. Ennio Capasa è uno dei protagonisti italiani del decennio. Come lo sono Antonio Marras e Maurizio Altieri di Carpe Diem. Il nuovo millennio vede il dominio della moda nelle articolazioni dei grandi brand e l’emergere di una nuova figura il direttore creativo che deve dare identità contemporanea al marchio. Sono Frida Giannini per Gucci, Chiuri e Piccioli par Valentino, Stefano Pilati prima per Yves Saint Laurent e poi Agnona. Una lunga lista aggiornata secondo le nuove traiettorie del business.

>>ACQUISTA ORA IL TUO BIGLIETTO ONLINE SU TICKETONE!

Maria Luisa Frisa Critico e fashion curator, è direttore del Corso di laurea in Design della moda e Arti multimediali all’Università IUAV di Venezia e presidente di MISA Associazione Italiana degli Studi di moda. Fra le sue ultime pubblicazioni: Una nuova moda italiana (Marsilio-Fondazione Pitti Discovery, 2011); Diana Vreeland After Diana Vreeland (Marsilio, 2012); Firenze Fashion Atlas (2014). Fra le ultime mostre: Diana Vreeland After Diana Vreeland (Venezia, 2012). Nel 2014 ha contribuito alla mostra e al catalogo The Glamour of Italian Fashion 1945-2014 (Victoria & Albert Museum, Londra).

Un progetto di MAXXI B.AS.E., a cura di Maria Luisa Frisa, in collaborazione con Altaroma

]]>
http://www.fondazionemaxxi.it/2015/02/17/le-storie-della-moda-6/feed/ 0