MAXXI » Mostre http://www.fondazionemaxxi.it Museo nazionale delle Arti del XXI secolo Wed, 23 Jul 2014 15:29:48 +0000 it hourly 1 http://wordpress.org/?v=3.3.2 Copyright © MAXXI Museo nazionale delle arti del XXI secolo 2012 community@fondazionemaxxi.it (Fondazione Maxxi) community@fondazionemaxxi.it (Fondazione Maxxi) 1440 http://www.fondazionemaxxi.it/wp-content/plugins/podpress/images/powered_by_podpress.jpg MAXXI http://www.fondazionemaxxi.it 144 144 http://www.fondazionemaxxi.it/?feed=podcast Museo Nazionale delle Arti del XXI Secolo Fondazione Maxxi Fondazione Maxxi community@fondazionemaxxi.it no no Open Museum, Open City http://www.fondazionemaxxi.it/2014/07/04/open-museum-open-city/ http://www.fondazionemaxxi.it/2014/07/04/open-museum-open-city/#comments Fri, 04 Jul 2014 14:13:41 +0000 Angela http://www.fondazionemaxxi.it/?p=41837 24 ottobre – 30 novembre 2014

Una mostra che prende vita nell’intero museo, un’occasione extra-ordinaria per analizzare alcuni dei più importanti temi dei nostri tempi attraverso il loro suono.

Il progetto offre la stimolante possibilità di ripensare il rapporto tra la produzione artistica, gli interventi architettonici e la partecipazione del pubblico.
Una riflessione sulla complessità di Roma, foro moderno della trasformazione urbana e degli esperimenti socio-culturali.

Il suono diventa la chiave d’interpretazione della realtà,
un modo speciale per esplorarla,
per creare un museo aperto,
esempio condensato di una città aperta.

Da Bill Fontana a Ryoji Ikeda, da Lee Mingway a Carsten Nicolai, da Cevdet Erek a Jean Baptiste Ganne: il museo si trasforma in uno spazio aperto, un palco unico per il dialogo tra voci diverse e per la proposta di nuovi progetti sociali “svuotando lo spazio” e riempiendolo con i suoni.

Parte integrante della mostra il calendario degli eventi performativi: musica, danza, teatro, cinema, narrazioni, letture, poesia, incontri improvvisati nello stile dello speaker’s corner.

]]>
http://www.fondazionemaxxi.it/2014/07/04/open-museum-open-city/feed/ 0
BELLISSIMA http://www.fondazionemaxxi.it/2014/07/01/bellissima/ http://www.fondazionemaxxi.it/2014/07/01/bellissima/#comments Tue, 01 Jul 2014 14:29:31 +0000 FB http://www.fondazionemaxxi.it/?p=37922 11 dicembre 2014 – 27 aprile 2015
a cura di Maria Luisa Frisa, Anna Mattirolo e Stefano Tonchi

Oltre vent’anni di moda in un’esposizione che restituisce le atmosfere e gli stili di un periodo che ha contribuito in modo straordinario a definire il carattere italiano a livello internazionale.

Una meravigliosa stagione di pura creatività italiana

Una mostra che riaccende le luci sul made in Italy: abiti d’epoca realizzati dai maestri dell’haute couture italiana e indossati da manichini che Vanessa Beecroft ha ideato ispirata dalle fotografie di Pasquale De Antonis.

Da Simonetta e Fabiani a Irene Galitzine, dalle Sorelle Fontana a Maria Antonelli e ancora Balestra, Carosa, Capucci, Gattinoni, Schuberth, Ferdinandi, Eleonora Garnett, Mingolini-Guggenheim, Valentino, Biki, Gigliola Curiel, Mila Schön, Jole Veneziani, Germana Marucelli per ricostruire una galassia dove i diversi protagonisti prendono forma e risalto attraverso abiti iconici, immagini, filmati.

Modelle a Palazzo Strozzi in occasione della prima sfilata organizzata da Giovanni Battista Giorgini, da Life, Firenze 20 agosto 1951, foto Milton Greene

]]>
http://www.fondazionemaxxi.it/2014/07/01/bellissima/feed/ 0
The Independent http://www.fondazionemaxxi.it/2014/06/16/independent-space/ http://www.fondazionemaxxi.it/2014/06/16/independent-space/#comments Mon, 16 Jun 2014 21:11:56 +0000 FB http://www.fondazionemaxxi.it/?p=37911
26 giugno – 12 ottobre 2014
Hall e scale
Progetto ideato da Hou Hanru con Giulia Ferracci e Elena Motisi

Uno spazio libero in cui le piattaforme di sperimentazione contemporanea mostrano le proprie attività che spaziano dall’arte all’architettura, dal design alla danza fino ad abbracciare campi più ampi quali l’editoria o l’urbanistica: è The Independent, il progetto triennale dedicato alla promozione di gruppi indipendenti presenti sul territorio nazionale e internazionale.

La cultura contemporanea oggi passa spesso attraverso canali non ufficiali:
una valida alternativa ai modi tradizionali di “fare cultura”

Questo primo appuntamento vede protagoniste due realtà italiane: CURA. e Isola Art Center, con dei progetti pensati appositamente per il museo, attraverso modalità allestitive diverse e rigenerate da talk, perfomance, lectures.

Con Dreams That Money Can’t Buy CURA. presenta la realizzazione di un sogno condiviso, a cui un gruppo di artisti partecipa per la creazione di un atlante iconografico enciclopedico. Una parete di collage con immagini stampate e video che sintetizza la tensione tra occhio e spettatore, tra superficie e collage, tra bidimensionalità del supporto e tridimensionalità dello spazio, ma anche tra immagine, valore, oggetto, presenza-assenza.

Fight-Specific Isola di Isola Art Center descrive una storia neoliberale italiana, una battaglia dei nostri giorni, i cui protagonisti e condottieri sono gli abitanti del quartiere Isola e gli artisti di Isola Art Center. A raccontare questa lotta lunga tredici anni e la successiva vittoria della difesa e riappropriazione dello spazio pubblico sulla speculazione edilizia e la gentrificazione, una gigantografia fotografica di Paola Di Bello, che ritrae tutti gli attivisti durante il primo compleanno di Isola Pepe Verde, un giardino condiviso e autogestito, creato nell’area di un ex-deposito di materiale edile abbandonato. In mostra anche il libro Fight-Specific Isola, più le serigrafie Lab Fight-Specific Isola e tre video che mostrano i cambiamenti urbanistici del quartiere.

Fondato nel 2009 da Ilaria Marotta e Andrea Baccin, CURA. è una piattaforma mobile e propulsiva, dedicata allo scambio e al dialogo tra voci critiche, attività di produzione artistica contemporanea e alla collaborazione con realtà istituzionali e indipendenti.
Isola Art Center è una piattaforma aperta di sperimentazione per l’arte contemporanea che ha sede nel quartiere Isola di Milano, che coinvolge artisti, critici, curatori italiani e internazionali, collettivi di artisti, attivisti, architetti, ricercatori e studenti. Il lavoro di Isola Art Center si è svolto per anni in sintonia con le associazioni di quartiere.

OPEN CALL
Dal 25 giugno e fino al 30 settembre 2014 il MAXXI lancia una open call rivolta a tutte quelle realtà, gruppi, associazioni e spazi indipendenti, che fanno cultura attraverso canali non ufficiali.
Per maggiori informazioni >>
]]>
http://www.fondazionemaxxi.it/2014/06/16/independent-space/feed/ 0
PREMIO MAXXI 2014 http://www.fondazionemaxxi.it/2014/05/28/it-premio-maxxi-2014/ http://www.fondazionemaxxi.it/2014/05/28/it-premio-maxxi-2014/#comments Wed, 28 May 2014 12:38:56 +0000 Angela http://www.fondazionemaxxi.it/?p=39746
  • Premio MAXXI 2014
    28 maggio – 21 settembre 2014

    Galleria 5, Corner D, Piazza, Corpo scale

    Il PREMIO MAXXI, nato per sostenere la giovane generazione di artisti italiani, è giunto alla terza edizione. Dopo Rossella Biscotti nel 2010 e Giorgio Andreotta Calò nel 2012, quest'anno a vincere il premio è Marinella Senatore, la cui opera The School of Narrative Dance, Roma, insieme a quelle dei finalisti Micol Assaël, Linda Fregni Nagler e Yuri Ancarani invade gli spazi del museo: dalla scenografica Galleria 5 al Corner D, dalla piazza al corpo scale, integrandosi con le trame fluide dello spazio progettato da Zaha Hadid.  

    Il calcio da un punto di vista nuovo e controcorrente,
    uno spazio fisico che diventa mentale, il brivido della sospensione nel vuoto,
    una scuola nomade in cui imparare ma anche insegnare.

    La mostra, a cura di Giulia Ferracci, si muove negli spazi del MAXXI partendo dall’esterno con Natura dell'emozione (2001 – 2014) di Micol Assaël e proseguendo nella piazza del museo e nel corpo scale con The School Of Narrative Dance, Roma (2014) di Marinella Senatore. Si conclude nella Galleria 5: all'interno,  Linda Fregni Nagler espone Per comandare all'aria (2014), davanti alla vetrata è allestito invece San Siro (2014), il film di Yuri Ancarani.

    Completa la mostra una zona di racconto: una serie di materiali esposti mette a nudo le suggestioni e il percorso che hanno portato gli artisti a produrre il loro lavoro.

    Sulla base di questi lavori  la giuria ha designato Marinella Senatore come vincitrice dell'edizione 2014 e la sua opera - The School of Narrative Dance, Roma - entrerà a far parte della collezione permanente del MAXXI. All’artista verrà inoltre dedicata una pubblicazione monografica, con interviste, saggi e una sezione antologica dei più importanti testi critici che ne hanno accompagnato il percorso. La pubblicazione, in italiano e inglese, avrà una distribuzione internazionale.
    Il vincitore è stato decretato il 13 giugno, quando la giuria si è riunita per valutare i progetti >>

  • Premio MAXXI 2014
    28 maggio – 21 settembre 2014

    Galleria 5, Corner D, Piazza, Corpo scale

    MARINELLA SENATORE
    La sua ricerca si caratterizza per la partecipazione attiva del pubblico nel processo creativo, utilizzando diversi media, dall’installazione al video, disegno, performance e fotografia.
    Tra le principali mostre: 54 Biennale di Venezia, Göteborg Biennial, Contour-Biennial, Liverpool Biennial, 12th Bienal de Cuenca, 4th Athens Biennale (2011), 11th Biennial de la Havana (2012), Petach-Tikva Museum of Art (2014), MCA Chicago (2009), Castello di Rivoli (2013), Kunst Halle S. Gallen (2014), MCA Santa Barbara (2014). Tra i premi: Dena Foundation Fellowship (2009), New York Prize (2010), American Academy in Rome Fellowship (2012). Nel 2013 è vincitrice della Borsa Giovani Artisti Italiani, Castello di Rivoli, e nel 2014 finalista del Premio MAXXI e residente per “Museo Chiama Artista” | AMACI.

     

  • Premio MAXXI 2014
    28 maggio – 21 settembre 2014

    Galleria 5, Corner D, Piazza, Corpo scale

    YURI ANCARANI
    Videoartist e filmaker, vive e lavora tra Ravenna e Milano. Le sue opere nascono da una continua fusione fra arte e cinema documentario e sono spesso caratterizzate da una narrazione che esplora luoghi abitualmente poco visibili e alcuni temi chiave della nostra contemporaneità non ancora analizzati.
    I suoi lavori sono stati presentati a numerose mostre e musei nazionali ed internazionali tra cui: T.I.C.A. Tirana Institute of Contemporary Art (Tirana, Albania, 2009), Biennale di Praga 5 (Praga, Polonia, 2011), R. Solomon Guggenheim Museum (New York, USA, 2012), 14 Media Art Biennale Wro (Wroklav, Polonia, 2011), Galleria ZERO... (Milano, 2012), 55° Esposizione d'Arte Internazionale, Il Palazzo Enciclopedico, La Biennale di Venezia (Venezia, 2013), Fondazione Sandretto Re Rebaudengo (Torino, 2013), Galleria Isabella Bortolozzi (Berlino, 2013). 

    MICOL ASSAEL
    Considerata una tra le voci più interessanti nello scenario artistico italiano e internazionale, si è sempre interessata allo studio dei fenomeni fisici, al mondo della musica, della scienza, alla filosofia, che ha analizzato attraverso la costruzione di sistemi complessi volti a evidenziare gli aspetti non controllabili della realtà, come l’elettricità, il comportamento delle api, le eruzioni vulcaniche.
    Il suo lavoro è stato presentato in occasione delle mostre personali: La Folie de la Villa Medicis, Villa Medici, Accademia di Francia, Roma (2002); Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, Torino, Italia (2004); Inaudito, GNAM, Galleria Nazionale d’Arte Moderna, Roma, Italia (2008); Chizhevsky Lessons, Kunsthalle Basel, Basel, Svizzera, (2007); Fomuska, Secession, Vienna (2009); Museion, Bolzano, Italia (2010); ILIOKATAKINIOMUMASTILOPSARODIMAKOPIOTITA, HangarBicocca, Milano, Italia (2014).
    Ha inoltre partecipato alla Biennale di Venezia (2003 e 2005), a Manifesta (2004), alla Biennale di Mosca (2005), alla Biennale di Berlino (2006), After Nature, New Museum, New York (2008), Chasing Napoleon (Palais de Tokyo, Parigi, Francia (2009).

    LINDA FREGNI NAGLER
    Vicina alla grande tradizione dei fotografi italiani, studia la fotografia per verificarne e potenziarne le capacità, analizzare il tempo, creare nuovi immaginari. Diplomata all’Accademia di Belle Arti di Brera nel 2000, ha partecipato nel 2004 al Corso Superiore di Arti Visive della Fondazione Ratti (Como). Nel 2006 si è diplomata in Fotografia Cinematografica presso la Escuela International de Cine y Television (EICTV), a Cuba. Nel 2013 è stata invitata alla 55 Biennale di Venezia, Il Palazzo Enciclopedico, Esposizione Internazionale d’Arte, curata da Massimiliano Gioni. Ha esposto le sue opere in mostre personali presso la Galleria Monica De Cardenas, Milano (2011), la Columbia University, NY (2007), la Fondazione Olivetti, Roma (2006). Ha partecipato a mostre collettive quali: LE SILENCE–Une fiction, Nouveau Musée National de Monaco (2012); SI - Sindrome Italiana, la jeune création artistique italienne, MAGASIN-Centre National d'Art Contemporain de Grenoble (2010). Nel 2007 ha vinto il Premio New York, del Ministero degli Affari Esteri e la Columbia University.   

    I candidati sono stati proposti da curatori, giornalisti, critici italiani indipendenti o legati a importanti istituzioni nazionali e internazionali:
    Barbara Casavecchia critica e curatrice indipendente, Contributing Editor Frieze Magazine e curatore All’Aperto-Fondazione Zegna, ha segnalato Linda Fregni Nagler
    Luca Lo Pinto Curatore Kunsthalle Wien e Direttore Editoriale NERO, ha proposto Micol Assaël,
    Luigi Fassi Writer per Mousse, Artforum, Klat e Site, ha indicato Yuri Ancarani
    Marcella Beccaria, Chief Curator Castello di Rivoli, ed Emanuele Guidi, Artistic Director ar/ge Kunst Galerie, Bolzano, hanno proposto Marinella Senatore.

  • Premio MAXXI 2014
    28 maggio – 21 settembre 2014

    Galleria 5, Corner D, Piazza, Corpo scale

    Un frame del film San Siro di Yuri Ancarani SAN SIRO
    Il film di Yuri Ancarani è una lettura poetica quanto efferata del mondo calcistico che celebra il mito sportivo mostrandone il volto nascosto e rovesciando il tempo di una partita in una riflessione sulla spettacolarizzazione del gioco. 
    Girato nel 2014 nello Stadio San Siro, racconta il calcio da una nuova angolazione, che rivela quanto questo mondo sia popolare e sconosciuto al tempo stesso.
    Nello stadio i giocatori, come i gladiatori romani di un tempo, sono ritratti come oggetto di uno spettacolo incredibile, rappresentati come persone comuni, oltre il mainstream. Ancarani offre un prezioso esempio di ricerca artistica sulla società italiana - di cui il calcio da sempre è collante - mettendone in evidenza luci e ombre.
    Natura dell'emozione di Micol Assael NATURA DELL'EMOZIONE
    L'opera di Micol Assaël suggerisce una riflessione sul tema dello spazio fisico e le sue connessioni con quello dell’inconscio.
    Esposta per la prima volta alla Galleria Studio 34, Salerno, l'installazione viene presentata in una versione rivisitata in occasione del Premio MAXXI: è una stanza arredata da un letto, piccole sfere di vetro che interagiscono con la luce dell’ambiente per rifrazione, alcuni sanitari ricolmi di acqua e sospesi all’altezza dello sguardo, un generatore ad alta tensione posto al centro della sala. La stanza è ritmata dalla caduta irregolare di gocce d’acqua mentre il generatore produce un arco voltaico a basso amperaggio e a intervalli costanti.
    Uscendo dalla sala si ha l’impressione di aver dialogato con una presenza invisibile fatta di campi di forze che invadono lo spazio, intercettano la percezione dei sensi, abitano l’atmosfera circostante.
    Per comandare all'aria PER COMANDARE ALL'ARIA
    Linda Fregni Nagler espone un nucleo composto da tre sculture e una selezione di quindici fotografie che ritraggono figure in procinto di saltare o che si trovano sospese in equilibrio precario. Questo tema è una riflessione sul tempo, sulla sospensione, sulla condizione di assoluta incertezza. Le fotografie sono state rielaborate in camera oscura attraverso solarizzazione, ossidazione e sovraesposizione, processi grazie ai quali è stato possibile rilevare i segni di matita colorata presenti sugli originali. L'artista ha scelto di riportare alla luce queste tracce esaltandone le qualità pittoriche e compiendo così un passaggio da fotografia documentaria a opera d’arte.  L'opera si completa di elementi plastici aerei assemblati a partire da fotografie di modelli di aerostato, che il fotografo e aeronauta francese Nadar ha usato per il suo pallone aerostatico, grazie al quale, nel 1868, ha realizzato le prime fotografie aeree della storia.
    The School of Narrative Dance THE SCHOOL OF NARRATIVE DANCE
    L'artista Marinella Senatore presenta una scuola di storytelling itinerante e gratuita, basata su sistemi didattici orizzontali che attivano processi di emancipazione e auto-apprendimento, in cui chiunque può insegnare o essere studente, e in cui il pubblico diventa protagonista del processo di costruzione dell’opera.  Con questo lavoro Marinella Senatore compie una riflessione sul concetto di opera come forma espressiva partecipata, in grado di cambiare la fisionomia del territorio e della socialità a esso legata. Tutte le esperienze di narrazione vissute durante le lezioni confluiranno in una performance di teatro-danza parte del progetto dell’artista e diretta dalle coreografe del collettivo berlinese ESPZ. 
  • Premio MAXXI 2014
    28 maggio – 21 settembre 2014

    Galleria 5, Corner D, Piazza, Corpo scale

    La giuria è composta da Anna Mattirolo, Direttore MAXXI Arte e commissario del Premio, Hou Hanru, Direttore artistico MAXXI, Fabio Cavallucci, Direttore Centro per l'Arte contemporanea Luigi Pecci di Prato, Massimiliano Gioni, Direttore artistico della Fondazione Nicola Trussardi di Milano, Associate Director e Director of Exhibitions del New Museum of Contemporary Art di New York, l’artista Giuseppe Penone e Susan Pfeffer, Direttore Artistico Kunsthalle Fridericianum di Kassel.

    Il 13 giugno la giuria internazionale si riunirà per valutare i progetti. L'opera dell'artista vincitore entrerà a far parte della collezione permanente del MAXXI. All’artista vincitore verrà dedicata una pubblicazione monografica, corredata da interviste e saggi e da una sezione antologica dei più importanti testi critici che ne hanno accompagnato il percorso. La pubblicazione, in italiano e inglese, avrà una distribuzione internazionale.

]]>
http://www.fondazionemaxxi.it/2014/05/28/it-premio-maxxi-2014/feed/ 0
GEOGRAFIE ITALIANE http://www.fondazionemaxxi.it/2014/05/06/it-geografie-italiane/ http://www.fondazionemaxxi.it/2014/05/06/it-geografie-italiane/#comments Tue, 06 May 2014 10:35:34 +0000 FB http://www.fondazionemaxxi.it/?p=37899
38 maggio – 5 ottobre 2014
Galleria 2A
a cura di Margherita Guccione, Pippo Ciorra, Maristella Casciato

Aspetti, figure e temi dell’architettura italiana raccontati e interpretati mediante concetti-guida che formano la spina dorsale della narrazione.
È la video intallazione, prodotta dal MAXXI in occasione della sua inaugurazione nel 2010 e realizzata da Studio Azzurro, che torna a far parte degli allestimenti permanenti del museo.

“Un viaggio penetrante attraverso paesaggi tridimensionali, luoghi e oggetti significativi
della storia dell’architettura, dell’ingegneria e del design.”

Studio Azzurro

Il risultato è un racconto visivo realizzato mediante una sequenza di undici animazioni che ricompongono, in un caleidoscopico quadro di immagini, altrettanti percorsi attraverso l’architettura italiana dal secondo Novecento ad oggi: edifici, autori, concetti, luoghi liberamente rielaborati da Studio Azzurro che lasciano all’osservatore la possibilità di costruire, all’interno della narrazione generale, una miriade di narrazioni specifiche.

Le animazioni scorrono come in una partitura musicale proponendo percorsi sviluppati attraverso una raccolta di disegni, fotografie,spezzoni cinematografici e interviste: all’osservatore la libertà di ri-costruire altri percorsi e narrazioni specifiche delle “geografie”.

Geografie Italiane. Schizzi progettuali, Studio Azzurro, 2010

]]>
http://www.fondazionemaxxi.it/2014/05/06/it-geografie-italiane/feed/ 0
Design Destinations http://www.fondazionemaxxi.it/2014/04/24/design-destinations/ http://www.fondazionemaxxi.it/2014/04/24/design-destinations/#comments Thu, 24 Apr 2014 14:24:26 +0000 FB http://www.fondazionemaxxi.it/?p=37280
28 maggio – 21 settembre 2014
Foyer Guido Reni
a cura di Domitilla Dardi

7 designer italiani della Scuola di Eindhoven
per raccontare il viaggio, le destinazioni e le nuove mappe del design

Una coperta di lana come una grande cartolina, una lampada il cui filo è lungo come la distanza tra Roma e Eindhoven in Olanda, specchi che riflettono due diverse prospettive, un banco di cambiavalute per una nuova moneta, scarpe che lasciano impronte che vanno nella direzione opposta e vestiti con grandi tasche per tutto quello che non vuoi lasciare, un bastone da passeggio di vetro riempito di materiali e suggerimenti, e ancora due set di utensili (sega, martello e cacciavite) realizzati in due luoghi geograficamente distanti ma vicini idealmente.

Una collettiva per raccontare le storie di sette designer italiani diventati migranti culturali a cui è stato chiesto di pensare a un bagaglio, non solo fisico ma anche concettuale. La mostra, offre spunti di riflessione sulla vita professionale dei loro autori, ex studenti della Design Academy di Eindhoven, punto di riferimento assoluto e nuova capitale internazionale del design.

Formafantasma | Salvatore Franzese | Gionata Gatto | Giovanni Innella e Tal Drori |
Francesca Lanzavecchia | Maurizio Montalti | Eugenia Morpurgo

La mostra è realizzata in collaborazione con l’Ambasciata del Regno dei Paesi Bassi
e con il patrocinio della città di Eindhoven

]]>
http://www.fondazionemaxxi.it/2014/04/24/design-destinations/feed/ 0
Strutture Romane. Montuori, Musmeci, Nervi http://www.fondazionemaxxi.it/2014/04/07/strutture-romane-montuori-musmeci-nervi/ http://www.fondazionemaxxi.it/2014/04/07/strutture-romane-montuori-musmeci-nervi/#comments Mon, 07 Apr 2014 10:52:26 +0000 CF http://www.fondazionemaxxi.it/?p=37248
17 aprile – 5 ottobre 2014
Sala Centro Archivi di Architettura
a cura di Margherita Guccione e Tullia Iori

Un equilibrio dinamico tra continuità e innovazione: è così che Roma ha trasformato in familiari, alcune strutture innovative dei più famosi ingegneri del ’900, assorbendole nel suo processo millenario di stratificazione.

Edifici simbolo e punti di riferimento della città come la Stazione Termini di Eugenio Montuori, il Palazzetto dello Sport e l’Aula delle udienze pontificie di Pierluigi Nervi, il Ponte sull’Appia Antica, i nuovi mercati generali sulla via Prenestina e i lavori di riadattamento della Basilica di Massenzio di Sergio Musmeci, sono solo alcuni dei lavori scelti per mostrare come anche il cemento armato, quando plasmato da grandi interpreti, ha contribuito al fascino della città e retto il confronto con la sua bellezza eterna.

In mostra una selezione di studi, progetti, modelli, disegni, video d’epoca e fotografie della collezione relativa agli ingegneri del XX secolo custodita nel Centro Archivi MAXXI Architettura.

Pier Luigi Nervi, Antonio Nervi, Aula delle udienze pontificie, Città del Vaticano, Roma 1963/1971. Fotografia, veduta interna del cantiere

]]>
http://www.fondazionemaxxi.it/2014/04/07/strutture-romane-montuori-musmeci-nervi/feed/ 0
TRA/BETWEEN arte e architettura http://www.fondazionemaxxi.it/2014/02/22/trabetween-arte-e-architettura/ http://www.fondazionemaxxi.it/2014/02/22/trabetween-arte-e-architettura/#comments Sat, 22 Feb 2014 20:03:45 +0000 PC http://www.fondazionemaxxi.it/?p=36370
17 aprile – 21 settembre 2014
Sala Carlo Scarpa e Sala Gian Ferrari
a cura di Achille Bonito Oliva

Al MAXXI TRA/BETWEEN arte e architettura. Roma Interrotta | Piero Sartogo e gli artisti, due mostre in una per ripercorrere la stagione di nuova attenzione alla cultura contemporanea promossa alla fine degli anni Settanta dalla innovativa attività di Incontri Internazionali d’Arte.

ROMA INTERROTTA
“Roma interrotta” è una riedizione della mostra tenutasi nel 1978 ai Mercati Traianei di Roma grazie all’approccio interdisciplinare alle arti di Incontri Internazionali d’Arte e ideata da Piero Sartogo.
Piero Sartogo | Costantino Dardi | Antoine Grumbach | James Stirling | Paolo Portoghesi | Romaldo Giurgola | Robert Venturi | Colin Rowe | Michael Graves | Leon Krier | Aldo Rossi | Robert Krier

PIERO SARTOGO E GLI ARTISTI
La mostra mette in dialogo opere di arte e architettura e ripercorre anche l’attività di Incontri Internazionali d’Arte.
Daniel Buren | Gianni Colombo | Joseph Kosuth | Fabio Mauri | Giulio Paolini

]]>
http://www.fondazionemaxxi.it/2014/02/22/trabetween-arte-e-architettura/feed/ 0
Palazzo Citterio. Progetti in mostra http://www.fondazionemaxxi.it/2014/02/21/palazzo-citterio-progetti-in-mostra/ http://www.fondazionemaxxi.it/2014/02/21/palazzo-citterio-progetti-in-mostra/#comments Fri, 21 Feb 2014 13:46:16 +0000 PC http://www.fondazionemaxxi.it/?p=36372
7 – 30 marzo 2014
a cura di Caterina Bon Valsassina e Margherita Guccione

Una mostra che racconta la storia di un edifico attraverso gli anni, gli architetti che ci hanno lavorato, la stratificazione degli interventi e come oggi, il settecentesco Palazzo Citterio, si appresta a diventare un nuovo museo, nell’ambito dell’ambizioso programma della Grande Brera, che lo metterà in rete con la Pinacoteca e le altre istituzioni del polo culturale milanese.

Arriva dalla Triennale di Milano l’esposizione dedicata alla gara per la riqualificazione del complesso di Palazzo Citterio a Milano.
Alla gara hanno partecipato tredici studi, provenienti da tutta Italia. Le proposte testimoniano la diversità delle filosofie progettuali, tra queste il progetto vincitore di Amerigo Restucci, caratterizzato dall’uso di materiali trasparenti, quello arrivato secondo di Michele De Lucchi dominato dall’inserimento del legno, il terzo classificato di Enrico Da Gai e Elisabetta Fabbri che introduce un unico schermo traforato.

Progetti in mostra di Amerigo Restucci | aMDL – Architetto Michele De Lucchi | Enrico Da Gai | Andrea Bruno | Studio Montanari & Partners | Lorenzo Berni | G.T.R. Tortelli Frassoni Architetti Associati | Italo Rota | Antonio Citterio Patricia Viel and Partners | Paolo Rocchi | Gnosis Architettura | Feiffer e Raimondi Architetti | Eugenio Vassallo

]]>
http://www.fondazionemaxxi.it/2014/02/21/palazzo-citterio-progetti-in-mostra/feed/ 0
Utopia for sale? http://www.fondazionemaxxi.it/2014/02/04/utopia-for-sale/ http://www.fondazionemaxxi.it/2014/02/04/utopia-for-sale/#comments Tue, 04 Feb 2014 12:14:20 +0000 PC http://www.fondazionemaxxi.it/?p=35812
15 febbraio – 4 maggio 2014
Galleria 5
a cura di Hou Hanru e Monia Trombetta
con il contributo dei team curatoriali del MAXXI arte e del MAXXI architettura

L’Utopia del potere monetario sta gradualmente sostituendo l’Utopia del bene sociale. L’Utopia è in vendita?

La mostra è un omaggio ad Allan Sekula e vede esposti, oltre ai lavori dell’artista scomparso pochi mesi fa, opere video e installazioni ma anche disegni, fotografie di siti e paesaggi industriali dalle collezioni del MAXXI Arte e del MAXXI Architettura. I lavori in mostra riflettono sui temi della globalizzazione e sulla circolazione delle idee, dei prodotti e delle persone in un’epoca di vorticosi cambiamenti sociali, culturali ed economici.

Bernd and Hilla Becher | Noel Burch | Gianni Berengo Gardin | Libero De Cunzo | Fei Cao | Adelita Husni-Bey | Li Liao | Pier Luigi Nervi | Allan Sekula | Amie Siegel.

]]>
http://www.fondazionemaxxi.it/2014/02/04/utopia-for-sale/feed/ 0