Progetti Speciali

OPEN WEEKEND
Laboratorio Bartolini
20 settembre 2014, ore 11.30, 12.30, 16.00, 17.00*
ingresso libero fino a esaurimento posti

Per chi è?
I bambini dai 4 ai 10 anni

Cos’è?
Un laboratorio sul tema dell’apparizione e del ruolo della luce nell’arte contemporanea

Come funziona?
Dopo la visione del video in mostra, i bambini sperimentano la tecnica impiegata dall’artista ovvero l’apparizione di una scritta luminosa per sottrazione di elementi simili.
Partendo da grandi fogli di acetato prestampati con cerchi contigui (lo stesso pattern dell’installazione vista nel video), i bambini colorano alcune zone riempiendo i cerchi e ne lasciano vuote altre. Le zone risparmiate compongono brevi parole: MUSEO, GIOCO, MAXXI.
I fogli di acetato piegati e spillati a formare un cilindro diventano lanterne al cui interno un led rischiara le parole disegnate dai bambini.
Un gioco da portare a casa e accendere sul comodino per rischiarare le pareti della stanza e proiettarvi scritte luminose.

Laboratorio Boltanski
21 settembre 2014, ore 11.30, 12.30, 16.00, 17.00*
ingresso libero fino a esaurimento posti

Per chi è?
I bambini dai 4 ai 10 anni

Cos’è?
Un laboratorio sul tema dell’apparizione e del ruolo della luce nell’arte contemporanea

Come funziona?
L’educatore scatta una fotografia con una macchina polaroid ai bambini che, tenendo tra le mani la piccola tessera di carta, vedranno apparire lentamente la propria immagine. Dopo aver spiegato brevemente come avviene questa magia, che i dispositivi digitali rendono tanto rara e speciale, i bambini incontrano l’opera nella sua suggestiva ambientazione. Ne osservano gli elementi e mettono a confronto la fotografia parte dell’installazione con la loro.

Il gioco delle apparizioni continua: si dipinge con il limone. Ogni bambino prende un limone da un grande cesto e ne spreme il succo in una vaschetta, poi partendo dalla fotografia polaroid dipinge il proprio volto su un cartoncino bianco. Ma non succede nulla! Il succo di limone è trasparente e non lascia traccia, il volto rimane nascosto e invisibile. L’educatore dimostra allora che serve il calore: accostando i dipinti a una piccola stufa i bambini vedono apparire magicamente i loro disegni sul foglio.
Una volta realizzati e asciugati i disegni, ogni bambino monta il proprio su passepartout accanto alla fotografia in un doppio ritratto da portare a casa come ricordo dove le immagini convivono con apparizioni e impressioni luminose.

*Si richiede ai partecipanti di arrivare 15 minuti prima dell’orario fissato


Narrazioni da Museo a Museo, dedicate a Paolo Rosa
20 settembre 2014, ore 11.30
In occasione della mostra Non Basta Ricordare, un progetto che crea percorsi inediti e pluridisciplinari e consente al museo di arte contemporanea di farsi soggetto attivo e luogo di incontro, scambio e condivisione di esperienze, con il Dipartimento educazione del MAXXI nel ruolo di regista e attivatore di senso.
Un’occasione per accogliere in un museo una pluralità di voci, testimonianze e narrazioni e approfondire i temi dell’arte e dell’architettura contemporanea in un contesto informale.

Per chi è?
Pubblico udente e non udente

Cos’è?
Un progetto che valorizza il ruolo sociale del patrimonio culturale dei musei coinvolti come veicolo di identità perché le opere d’arte accolgono le interpretazioni personali del pubblico. Il coinvolgimento di un pubblico “sociale”, anziani, migranti e persone con disabilità, rende l’arte e la cultura elementi essenziali di integrazione sociale e linguaggio comune per avvicinare le differenze etniche, culturali e sociali.

Come funziona?
Protagonista l’installazione Infinite Cell (Cella Infinita) dell’artista cileno Alfredo Jaar che evoca lo spazio all’interno del quale Antonio Gramsci, nel lungo periodo di reclusione che va dal 1929 al 1935, scrisse i “Quaderni dal carcere”. La galleria 2 del MAXXI ospita la performance di alcuni attori sordi che, usando un linguaggio corporeo fortemente espressivo ma comprensibile a tutti, interpreta frammenti di storie provenienti dai documenti d’archivio dell’ex Ospedale Psichiatrico Santa Maria della Pietà che testimoniano delle tante persone affette da sordità che vi sono state internate.
Seguirà la lettura di “Odio gli indifferenti”, che ha orientato le scelte di impegno di uno studente del liceo Cavour di Roma, Lorenzo che, insieme ad alcuni compagni, leggerà alcuni brani del testo gramsciano.
La performance rappresenta un momento di integrazione tra pubblico udente e non udente, uno degli obiettivi del progetto e del rapporto di collaborazione del MAXXI con l’Istituto Statale per i Sordi di Roma.
Nel pomeriggio, alle 16.00, il pubblico sarà accolto al Museo Laboratorio della Mente della ASL Roma E (Piazza Santa Maria della Pietà 5) dove assisterà a una visita guidata bilingue, in italiano e in Lingua dei Segni Italiana (LIS), a cura del servizio Educativo del Museo della Mente in collaborazione con l’Istituto Statale Sordi di Roma. Sarà garantito il servizio di interpretariato italiano-LIS e LIS-italiano.

Per informazioni sulla partecipazione all’attività scrivere a: edumaxxi@fondazionemaxxi.it


Osservatori di angoli
Il museo d’arte contemporanea ti disorienta?
Scopri il suo back stage.

Per chi è?
Adulti con disagio mentale inseriti in percorsi di risocializzazione.

Cos’è?
Un percorso educativo strutturato in incontri formativi, attività laboratoriali e workshop con artisti.

Come funziona?
La articolata architettura di Zaha Hadid offre una molteplicità di interstizi e angoli sfuggenti, emarginati rispetto al percorso allestivo e per questo punti di partenza privilegiati per osservare il MAXXI in modo inedito. Qui saranno disposti i partecipanti al progetto che, divisi in piccoli gruppi, osserveranno gli angoli del museo e il museo dagli angoli, instaurando un dialogo allo stesso tempo con lo spazio architettonico, con le opere e con i visitatori.

Osservatori di angoli, nato in continuità con i progetti avviati dal 2010 con Se navigando uso la bussola e Se navigando…immagina, è realizzato dal Dipartimento educazione in collaborazione con i Dipartimenti di Salute Mentale Asl Roma A e Roma E, curato da Cesare Pietroiusti.

Per informazioni scrivere a: edumaxxi@fondazionemaxxi.it

ABC del contemporaneo
Hai più di sessant’anni ma hai scoperto solo ora che l’arte contemporanea poteva essere la tua strada? Il MAXXI ti aspetta!

Per chi è?
Adulti in pensione

Cos’è?
Un percorso di formazione rivolto agli adulti che desiderino ricoprire un ruolo attivo nella vita del MAXXI come “volontari dell’accoglienza” negli spazi del museo.

Come funziona?
Il MAXXI dedica un progetto speciale agli adulti che, come i pensionati, hanno del tempo libero a disposizione e hanno la curiosità di conoscere da vicino il mondo dell’arte contemporanea. I partecipanti seguiranno un percorso di formazione, potranno essere una risorsa importante per il museo e vivranno un’esperienza stimolante e gratificante, all’interno di un’istituzione culturale nascente. I partecipanti acquisiranno e svilupperanno conoscenze e abilità da mettere a disposizione del pubblico del MAXXI per fornire servizi di accoglienza e orientamento presso il desk del Dipartimento educazione, illustrare il materiale informativo sul museo e sulle sue attività, ma anche accompagnare in mostra amici e parenti in qualità di guide.

Per informazioni sulla partecipazione all’attività scrivere a: edumaxxi@fondazionemaxxi.it


MAXXI in rilievo
Fatti coinvolgere in un’esperienza plurisensoriale.
Un modo unico per esplorare l’architettura del MAXXI.

Per chi è?
Pubblico vedente, ipovedente e non vedente di ogni età

Cos’è?
Un laboratorio didattico sull’architettura del MAXXI.

Come funziona?
Il laboratorio comunica a persone con disabilità visive le straordinarie qualità spaziali del MAXXI e le affascinanti modalità con cui Zaha Hadid le ha progettate. Sfruttando strategie plurisensoriali e sinestesiche e le potenzialità evocative e metaforiche dei materiali, il laboratorio può restituire complessità e ricchezza all’esperienza percettiva di tutti i visitatori.

Per informazioni sulla partecipazione all’attività scrivere a: edumaxxi@fondazionemaxxi.it