martedì 26 agosto 2014

Un saluto a Marilena Bonomo

«La gente era attratta da qualcosa di diverso,
e quando vedevano che una parete era occupata solo da una linea, o da pochi segni, pochi colori,
si domandavano cosa stesse succedendo.»

 

Il MAXXI ricorda con affetto e grande stima Marilena Bonomo, una figura fondamentale del panorama contemporaneo che ha contribuito a promuovere il sistema italiano a livello internazionale sostenendo e guidando diverse generazioni di artisti con professionalità, passione e coraggio.

Ambiziosa pioniera dell’arte contemporanea, dotata di grande intuito, nel lontano 1971 fondò la sua galleria a Bari accogliendo da subito artisti allora agli esordi come Alighiero Boetti, Sol Lewitt e Mimmo Paladino.
Lo spazio si rivelò fin dall’apertura, e si confermò negli anni successivi, punto d’incontro e luogo di sperimentazione di molti artisti europei inediti.

Alcune delle opere provenienti dalla galleria Bonomo sono oggi collocate in sedi prestigiose internazionali, dai musei alle banche, dai parchi alle collezioni pubbliche e private.