venerdì 19 febbraio 2016, 18:30 - 20:00
Istanbul: un laboratorio per il presente.

Alle origini della Turchia contemporanea

Galleria 1 – ingresso € 5,00; ingresso 3 incontri € 10,00; gratuito per i titolari myMAXXI
l’acquisto del biglietto dà diritto ad un ingresso ridotto al museo entro una settimana dall’emissione

I recenti fatti della Turchia raccontati attraverso la storia politica, sociale e religiosa di un paese in continua trasformazione

La guerra di Siria ha assestato il colpo di grazia alla politica di “zero problemi con tutti i vicini” su cui il presidente turco Erdoğan e il premier Davutoğlu puntavano per restaurare i fasti del passato ottomano. Eppure, nonostante l’instabilità geopolitica e i problemi economici, la Turchia continua a pensare in grande. In politica estera è ormai sfida aperta a Israele, Arabia Saudita, Egitto e Iran per la leadership regionale, mentre la crisi dei profughi offre ad Ankara insperati margini di manovra con l’Unione Europea. All’interno, scongiurata la disfatta elettorale dell’AKP e normalizzato l’Esercito, si riaccende lo scontro con i curdi. Ma cosa resta oggi della Turchia kemalista? Che ne è del miracolo economico turco di fronte al rientro dello stimolo monetario statunitense e al rallentamento della Cina? E come cambia Istanbul, cuore pulsante di un paese che continua a pensarsi imperiale?

Intervengono

Marco Ansaldo docente di Giornalismo Estero Università LUISS di Roma
Lucio Caracciolo direttore di Limes Rivista Italiana di geopolitica
Hou Hanru direttore Artistico MAXXI
Giovanna Melandri presidente Fondazione MAXXI