mercoledì 8 marzo 2017, 16:30 - 19:00

Attraverso lo specchio

Sala Guido Reni – ingresso libero fino a esaurimento posti
10 posti riservati ai possessori della card myMAXXI, prenotabili scrivendo a mymaxxi@fondazionemaxxi.it entro il giorno prima dell’evento
L’evento fa parte del progetto “Alfredo Pirri. I Pesci non portano fucili”

Un’occasione per approfondire e studiare il rapporto tra Architettura e Arte

Oggi che la relazione tra realtà e rappresentazione, verità e finzione, spazio materiale e immateriale è più complessa e contraddittoria che mai, lo specchio, non invalicabile, deformante, abitabile, che ha attraversato i lavori di molti autori contemporanei, appare un tema decisamente attuale.
L’immagine riflessa e le sue mille declinazioni diventano occasione di una discussione sui rapporti tra architettura e arte, che oggi sconfinano l’una nell’altra, si intrecciano e si sovrappongono, definendo uno spazio artistico che non si limita al solo spazio istituzionale dei musei, ma si sovrappone a quello del reale.
Intorno a questo argomento si incontrano esperti, autori e critici abituati ad abbandonare senza paura i loro recinti disciplinari.

Introducono
Hou Hanru Direttore Artistico MAXXI
Margherita Guccione Direttore MAXXI Architettura
Alessandra Ferrari Consiglio Nazionale Architetti

Intervengono
Pippo Ciorra Senior Curator MAXXI Architettura
Alvin Curran musicista
Nicola Di Battista architetto
Soko Phay storico dell’arte
Stefano Velotti filosofo
Francesco Venezia architetto

A seguire
Alfredo Pirri e Paola Tognon: conversazione sull’arte e lo spazio

In conclusione
Proiezione del video Per Speculum (2006) di Adrian Paci

In collaborazione con Consiglio Nazionale degli Architetti, Contemporary Locus, Studio & Archivio Pirri e la curatrice Benedetta Carpi De Resmini.
Per la proiezione del video di Adrian Paci si ringrazia la galleria Kaufmann/Repetto.