giovedì 23 maggio 2013

CASE

giovedì 23 maggio, ore 19.00
MAXXI B.A.S.E., Sala Graziella Lonardi Buontempo – ingresso libero

L’emozione della semplicità e dell’ordine è la cifra psicologica oltre che estetica che Stefano Dorata persegue nell’architettura e nella composizione dei suoi progetti. Il suo è un viaggio di ricerca di lunga data, nel corso del quale il suo linguaggio creativo si è affinato, approfondito, arricchito, definito nel senso di superare l’eclettismo in favore di una sorvegliata contaminazione, tutto però senza mai rinnegare la ragione e il sentimento della classicità e degli elementi che la sostanziano.

Guardando le ventidue case splendidamente documentate in questo volume, da quelle in città e marinare, a quelle agresti e di montagna, ci si accorge che le proporzioni auree, la simmetria, l’assialità e la prospettiva formano una trama sintattica mirante a comunicare un senso di equilibrio essenziale per vivere la casa contemporanea. D’altro canto esse diventano la base per far dialogare in modo vivifico l’interno con l’esterno, che diventa a sua volta una “stanza” attraverso la quale giocare sottili infrazioni e ribaltamenti logici volti a suscitare sorpresa, a rompere localmente l’ordine, a innescare dei focus emotivi: un disallineamento prospettico, uno scarto di quota, una disarmonia cromatica, una disritmia nella disposizione degli arredi. Piccoli tocchi per grandi effetti.