sabato 14 febbraio 2015

Cinema al MAXXI


7 febbraio – 28 marzo 2015
Auditorium del MAXXI
a cura di Mario Sesti

EXTRA le grandi anteprime
CLASSIC la memoria del cinema
FAMILY i film d’animazione
SILENT MOVIE film muti e musica dal vivo
AMERICA grande Miyazaki

Anteprime, documentari e classici del grande schermo. Un’inedita programmazione per un’inconsueta e innovativa commistione fra cinema e spazi museali: torna Cinema al MAXXI, progetto prodotto da Fondazione Cinema per Roma e MAXXI.
Oltre alle sezioni EXTRA, CLASSIC e FAMILY, quest’anno la programmazione si arricchisce con SILENT MOVIE, performance esclusive di musica dal vivo che accompagnano i classici del cinema muto e AMERICA, una rassegna di film di animazione giapponese che nasce dall’esperienza del Cinema America Occupato.

sabato 14 febbraio
Bergman/Ferreri: archeologie del moderno
ingresso 5€ / due proiezioni 7€
Biglietto ridotto per i possessori della tessera myMAXXI o Amici del MAXXI
I biglietti per le proiezioni danno diritto all’ingresso ridotto al MAXXI a 8€ per una settimana

I film sono proiettati in lingua originale con sottotitoli in Italiano

ore 18.00
La grande abbuffata
di Marco Ferreri, Francia/Italia 1973, 125’
Con Marcello Mastroianni, Michel Piccoli, Ugo Tognazzi, Philippe Noiret

Un giudice, un pilota, uno chef, un produttore, si riuniscono fuori Parigi per uccidersi mangiando. Il loro sguardo è segnato dal torpore allucinato e dalla malinconia, “con lo stomaco traboccante e i genitali svuotati” (Moravia). Una “tragedia della carne” (Buñuel). Oggi riluce, piuttosto, della carità di un gruppo di goliardi di fine millennio che praticano, l’un l’altro, il suicidio amorevole via esofago.

ore 21.00
Sussurri e grida
di Ingmar Bergman, Svezia 1972, 91’
Con Harriet Andersson, Ingrid Thulin, Liv Ullmann, Kari Sylwan, Georg Arlin, Erland Josephson, Henning Moritzen, Anders Ek.

Agonia di Agnese che, in compagnia di due sorelle e una governante, muore di cancro alla periferia di Stoccolma. è tra i film più personali e intimi del maestro svedese. Una “sinfonia in rosso maggiore” (Morandini) sospinta da primi piani di misteriosa violenza espressiva. La fotografia di Nykvist, che rende infiammate anche le ombre, è più vicina a Matisse, Van Gogh e Strindberg che al cinema, dove quasi nient’altro gli somiglia.

BIGLIETTI
I biglietti si possono acquistare presso la biglietteria del museo o su Ticketone
ACQUISTA ORA >>

SCARICA TUTTO IL PROGRAMMA >>

Organizzato da Fondazione Cinema per Roma e MAXXI
In collaborazione con Alice nella città e Piccolo Cinema America