sabato 28 febbraio 2015

Cinema al MAXXI


7 febbraio – 28 marzo 2015
Auditorium del MAXXI
a cura di Mario Sesti

EXTRA le grandi anteprime
CLASSIC la memoria del cinema
FAMILY i film d’animazione
SILENT MOVIE film muti e musica dal vivo
AMERICA grande Miyazaki

Anteprime, documentari e classici del grande schermo. Un’inedita programmazione per un’inconsueta e innovativa commistione fra cinema e spazi museali: torna Cinema al MAXXI, progetto prodotto da Fondazione Cinema per Roma e MAXXI.
Oltre alle sezioni EXTRA, CLASSIC e FAMILY, quest’anno la programmazione si arricchisce con SILENT MOVIE, performance esclusive di musica dal vivo che accompagnano i classici del cinema muto e AMERICA, una rassegna di film di animazione giapponese che nasce dall’esperienza del Cinema America Occupato.

sabato 28 febbraio
Bergman/Ferreri: archeologie del moderno
ingresso 5€ / due proiezioni 7€
Biglietto ridotto per i possessori della tessera myMAXXI o Amici del MAXXI
I biglietti per le proiezioni danno diritto all’ingresso ridotto al MAXXI a 8€ per una settimana

I film sono proiettati in lingua originale con sottotitoli in Italiano

ore 18.00
A proposito di tutte queste… signore
di Ingmar Bergman, Svezia, 1963, 80’
Con Jarl Kulle, Georg Funkquist, Eva Dahlbeck

Per finire un libro, un critico fa visita a un noto violoncellista che vive con la moglie e sei donne, pazze di lui. Un Bergman comico e tossico, di grottesca eleganza ed energia, ripudiato anche dal suo autore: mentre fa a pezzi i critici, esegue alla perfezione una rapsodia femminile incessante e colorata. “Ogni rassomiglianza tra questo film e il cosiddetto mondo reale è un fraintendimento”.

ore 21.00
L’ultima donna
di Marco Ferreri, Francia/Italia 1976, 108’
Con Gérad Depardieu, Ornella Muti, Michel Piccoli

Ingegnere disoccupato con figlio, si evira dopo dissapori con la compagna che lo accusa di sopraffazione e sessismo. Alla periferia di Parigi “dove tra condomini, supermercati e bar regna l’alienazione totale”(DeBaser), si volge il film più assertivo e drammatico di Ferreri. Da allora il coltello elettrico – come la doccia dopo Psycho – non è stato più lo stesso. Un mix di sociologia apocalittica e tristezza infantile che trasmette allo spettatore un toccante malessere.

BIGLIETTI
I biglietti si possono acquistare presso la biglietteria del museo o su Ticketone
ACQUISTA ORA >>

SCARICA TUTTO IL PROGRAMMA >>

Organizzato da Fondazione Cinema per Roma e MAXXI
In collaborazione con Alice nella città e Piccolo Cinema America