sabato 6 giugno 2015, 11:00 - 13:00
Le storie della danza contemporanea: multidisciplinari e performative

Di che performance sei?

Ingresso gratuito su prenotazione scrivendo a base@fondazionemaxxi.it

Quattro incontri itineranti negli spazi del MAXXI
per comprendere e vivere la relazione che lega
danza, arte e performance

a cura di Anna Lea Antolini

Danza e performance, un binomio imprescindibile: un percorso informale negli spazi del MAXXI per comprendere e vivere la relazione multidisciplinare che lega danza, arte e performance dalla nascita di quest’ultima ad oggi.
Negli anni ’70, la performance, è riconosciuta tecnica di espressione artistica, ma nasce in ambito artistico molto prima. La sua lunga storia si è mescolata con quella delle avanguardie artistiche del primo Novecento ponendosi come una pre avanguardia: dal futurismo al concettualismo gli artisti ricorrono alla performance per rompere le categorie e indicare nuovi orizzonti. La performance come messa in opera di idee, come mezzo per darsi delle risposte, come stimolatore culturale in una vasta gamma spaziale.

Di che performance sei?
Con Francesca Pennini

Un excursus sulla permeabilità e sulle possibilità della performance di reagire al contesto modificandosi e modificandolo.
Partendo dalla prospettiva della compagnia CollettivO CineticO – diretta da Francesca Pennini – sulla sperimentazione del rapporto tra spettatore e autore, tra interpretazione e scelta, tra sguardo e corpo, si giunge alle proposte di pratiche coreografiche diluite nella vita quotidiana e nel web, fino alla possibilità di sperimentare fisicamente una serie di “tools” pensati per la composizione del movimento con corpi di non danzatori, carattere tipico e declinato personalmente da molteplici artisti della danza contemporanea.

In collaborazione con Cro.me. – Cronaca e Memoria dello Spettacolo di Milano e Fondazione Romaeuropa.