13 marzo 2014 - 14 settembre 2014

Ettore Spalletti. Un giorno così bianco, così bianco

MAXXI, Roma 13 marzo – 14 settembre 2014 a cura di Anna Mattirolo
GAM, Torino 27 marzo – 15 giugno 2014 a cura di Danilo Eccher
MADRE, Napoli 13 aprile – 18 agosto 2014 a cura di Andrea Viliani e Alessandro Rabottini

Sì, il colore, come si sposta, occupa lo spazio e noi entriamo.
Non v’è più la cornice che delimitava lo spazio.
Togliendola il colore assume lo spazio e invade lo spazio.
E quando questa cosa riesce, è miracolosa.

Ettore Spalletti, 2006

Oltre 70 opere, tre musei, un solo titolo per tre mostre che nascono dal desiderio di presentare la varietà, complessità e profondità della pratica artistica di Ettore Spalletti, maestro dell’arte contemporanea italiana.

La mostra Un giorno così bianco, così bianco apre al pubblico al MAXXI con un progetto caratterizzato da una grande installazione ambientale concepita appositamente per questa occasione in cui l’artista si confronta con uno spazio architettonico fortemente caratterizzato.
Spalletti si appropria dello spazio componendo un percorso costruito dai suoi lavori più recenti, che ci accompagnano in un andamento musicale, fatto di accordi cromatici, pause e silenzi che riuniscono tutte le opere in un’unica orchestrazione.

Le opere si pongono in relazione costante con l’architettura che le ospita conducendo il visitatore attraverso un’esperienza visiva avvolgente, in cui il colore attraversa lo spazio come un respiro.

La mostra prosegue alla GAM Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea di Torino (dal 27 marzo) dove viene presentata un’ampia selezione di opere provenienti dallo studio dell’artista e da importanti collezioni private, e si conclude al MADRE Museo d’Arte Contemporanea Donnaregina di Napoli (dal 13 aprile) dove sarà esposto un excursus formato da opere sia storiche che recenti, che ripercorre l’attività artistica di Spalletti.

[widgetkit id=37024]