giovedì 5 febbraio 2015, 17:30 -

Lina Bo Bardi in Brasile. La casa de vidro

Sala Studio del Centro Archivi – ingresso libero fino a esaurimento posti

Primo di tre incontri legati alla mostra Lina Bo Bardi in Italia. “Quello che volevo, era avere Storia”.

‘L’influenza dell’architettura potrà essere in futuro ancora più essenziale
di quanto sia stata in passato, e naturalmente diversa.
Architettura come spazio abitato, umano, è una realtà potente
e responsabile del comportamento dell’uomo, persino della sua felicità.
E in questo senso il Movimento Moderno continua’

Lina Bo Bardi

La lezione di Lina Bo Bardi, sinteticamente ma chiaramente trasmessa da queste sue parole, trova un’espressione architettonica nel progetto che Lina concepisce e realizza nel 1951 per quella che sarà per sempre la sua residenza in Brasile: la Casa de vidro a San Paolo, un’icona della sua intera produzione architettonica.

Intervengono
Alessandra Muntoni architetto, tra i fondatori del Gruppo Metamorph nel 1965, professore in Storia dell’Architettura alla Facoltà di Architettura dell’Università La Sapienza.
Margherita Guccione Direttore MAXXI Architettura
Domenico De Masi sociologo e professore di Sociologia del lavoro presso l’Università La Sapienza di Roma