giovedì 22 maggio 2014

My Architect

Festival della complessità
Ultimo appuntamento con la V edizione del Festival della Complessità per riflettere sulla differenza tra complesso e complicato. Tre documentari raccontano la realtà come sistema, come un insieme di parti che interagiscono tra di loro e non sono solo la somma o l’accostamento dei suoi singoli elementi.

Un modo per osservare tutto quello che ci circonda con occhi nuovi e scoprire che ogni cosa è collegata: la biologia, la politica, la medicina, l’economia, la fisica, la scuola, i rapporti umani e tanto altro.

giovedì 22 maggio, ore 21.00
My Architect
di Nathaniel Kahn, USA 2013, 116’
Auditorium del MAXXI – ingresso libero fino a esaurimento posti

Se il genio è un bene del mondo, può un figlio provare rabbia per l’affetto che da questi gli è stato negato? Prova a rispondere a questa difficile domanda il filmaker americano Nathaniel Kahn.
Figlio illegittimo di Louis Kahn, uno dei più eccentrici padri dell’architettura contemporanea, l’autore porta sul grande schermo il viaggio compiuto alla ricerca dell’identità di un padre invisibile.

Attraverso le visite alle sue opere in giro per il mondo e gli incontri con le star amiche trapelano dalle immagini un’emozione taciuta per quarant’anni, le irrisolvibili contraddizioni tra tradimento e perdono, la suggestiva bipolarità dell’arte e della vita.

Interviene
Sergio Boria psichiatra

Appuntamenti precedenti
giovedì 22 maggio | Inside Job di Charles Ferguson
giovedì 8 maggio | NU GUO – ?? – Nel nome della Madre di Pio d’Emilia e Francesca Rosati Freeman