giovedì 21 marzo 2013

LEONARDO RICCI. Monterinaldi / Balmain / Mann Borgese


giovedì 21 marzo, ore 18.30
MAXXI B.A.S.E., Sala Graziella Lonardi Buontempo – ingresso libero

Leonardo Ricci è un architetto straordinario, nel senso proprio del termine. Forse per questo il suo lavoro è rimasto poco indagato, un fuori norma rispetto ai tentativi di linearità dell’analisi storica dell’architettura. Straordinaria è l’aderenza fra la produzione teorica, compendiata nell’Anonimo del XX secolo, e le molte realizzazioni. Una rara corrispondenza fra pensiero e atto, ricerca speculativa e scelte progettuali, esperienza di vita e creazione di spazi.

Questo libro, di Antonella Greco e Maria Clara Ghia, indaga un aspetto in particolare del lavoro di Ricci: piuttosto che gli spazi comunitari, già studiati come luoghi privilegiati per leggere la tensione etica che ha reso celebre il Maestro, ci si sofferma sulla realizzazione di tre case: quella di Monterinaldi (1949) costruita per la propria famiglia, quella dell’isola d’Elba (1958) per il couturier Pierre Balmain e quella a Forte dei Marmi (1957) per Elisabeth Mann, figlia di Thomas e moglie di Giuseppe Antonio Borgese. Da questo particolare punto di vista analitico, i saggi delle autrici tessono relazioni con le altre realizzazioni, con la situazione storica di quegli anni in Italia e con il pensiero filosofico cui Ricci fa riferimento.

Intervengono: Stefano Catucci, Claudia Conforti, Marzia Marandola, Antonino Saggio