2 aprile 2015 - 7 giugno 2015

Sue Proprie Mani di Adrian Paci e Roland Sejko

a cura di Cristiana Perrella
Sala Gian Ferrari

Alla fine degli anni 2000 l’Archivio di Stato dell’Albania pubblicò la notizia del ritrovamento, nei suoi magazzini, di due sacchetti di iuta segnati con una semplice etichetta dal titolo: “Corrispondenza dei cittadini italiani in Albania”.

Centinaia di lettere separate dalle proprie buste e messe alla rinfusa.
Non sono mai giunte a destinazione…

In occasione della mostra Architettura in uniforme Adrian Paci e Roland Sejko riflettono su questa vicenda.

Una videoinstallazione mostra attori di provenienza internazionale che interpretano frammenti di alcune di quelle lettere.
Uno spazio, che accoglie le stampe delle lettere, diventa una mappa, una presenza fisica di queste tracce di comunicazione mai giunte a destinazione.

sm_

Gli autori ringraziano per la collaborazione L’Archivio di Stato dell’Albania