sabato 25 marzo 2017, 18:00 - 20:00
Al cospetto degli animali.

Pensiero e vita animata: le radici della filosofia | Con Claudia Baracchi

Sala Graziella Lonardi Buontempo – ingresso libero fino a esaurimento posti

Cinque incontri per ripensare la relazione tra umani e animali

Chi sono gli animali? Fino a che punto riusciamo a percepirli come soggetti nel cosmo? A quali cambiamenti psicologici e politici possiamo aspirare, nel terzo millennio, rispetto al sogno di interagire con i non umani in un orizzonte di rispetto e di pace? Attorno a queste domande si alternano voci diverse della riflessione filosofica, spirituale, etologica e psicologica, tutte accomunate da una passione di ricerca originale, confidente nell’integrazione delle prospettive e libera da vincoli dogmatici e dottrinali.

Nel secondo appuntamento Claudia Baracchi, Professore di Filosofia Morale all’Università di Milano Bicocca, ci porta a riscoprire ciò che del pensiero antico resta ancora da intendere e da valorizzare rispetto al portamento dell’umano in relazione al cosmo e alla natura.
Si dice che Pitagora “una volta andasse per strada quando un cucciolo di cane veniva picchiato, e ne ebbe pena e disse: ‘Fermati, non fargli del male; è l’anima di un amico, lo so perché ne ho sentito la voce’”. Nella figura del filosofo antico si rivela la capacità di sentire la vita, di cogliere nelle sue forme diverse la stessa vulnerabilità, lo stesso patimento. E il pensiero, lungi dal distacco razionale, immagina l’anima alata attraversare le fattezze di “ragazzo e ragazza, arbusto e uccello e muto pesce del mare”.

Per maggiori informazioni: www.scuolaphilo.it

“Al cospetto degli animali” è un progetto di Philo pratiche filosofiche in collaborazione con Fondazione MAXXI, a cura di Benedetta Silj