martedì 14 luglio 2015, 10:00 - 18:00

Italian appointments and disappointmens

Auditorium del MAXXI – ingresso libero a partire dalle ore 16.00

Da Londra 2012 a Expo 2015, come si fa rigenerazione urbana. Incontro con Richard Burdett.

Le 25 università coinvolte nel progetto ROMA 20-25 sono pronte per consegnare gli esiti dei loro lavori.
L’evento conclusivo vede la presenza di Richard Burdett, professore della London School of Economics and Political Science, e di Ignazio Roberto Marino Sindaco di Roma Capitale. In dialogo con Giovanni Caudo, Assessore alla Trasformazione Urbana di Roma Capitale, e Cesare Ferrero, Country Manager BNP Paribas Real Estate, gli invitati daranno il loro contributo per animare il dibattito sullo sviluppo di Roma prossima, partendo dai temi emersi dai lavori delle diverse Università impegnate nel Progetto.

Sarà un’occasione per mettere a confronto docenti e studenti sul lavoro svolto, sulle azioni puntuali e i metodi messi in evidenza in questi mesi di ricerca. Partendo dai temi proposti dal progetto, l’evento sarà l’occasione per interrogarsi su questioni riguardanti la città contemporanea, illustrandone le condizioni attuali e le aspettative di trasformazione.

Programma della giornata

10.00 – 12.00 apertura dei lavori e brevi presentazioni università
12.00 – 13.00 riunione Comitato Scientifico, MAXXI e università per allestimento
13.00 – 13.30 pausa pranzo
13.30 – 15.00 brevi presentazioni università
15.00 – 16.00 conclusione dei lavori delle università, Comitato Scientifico
16.00 – 17.30 colloquio tra Richard Burdett, Ignazio Roberto Marino, Giovanni Caudo e Cesare Ferrero
17.30 – 18.00 dibattito

Richard Burdett, londinese di nascita, è cresciuto e si è formato a Roma. Attualmente è professore di Architettura e Studi Urbani presso la London School of Economics ed è stato consulente per l’architettura del sindaco di Londra Boris Johnson. La sua particolare area di ricerca si rivolge principalmente alla relazione tra architettura, disegno urbano e società. Burdett è stato incaricato della supervisione dei progetti per i Giochi Olimpici di Londra 2012 ed è anche consulente per la Tate Gallery, la BBC e per NM Rothschilds. Ha partecipato a numerose giurie internazionali di concorsi di architettura, tra le quali quella per il Museo MAXXI di Roma, quella per la Tate Modern Gallery a Londra e quella per il Forum 2004 a Barcellona. È stato scelto come direttore della Biennale di Venezia del 2006. Ha scritto numerosi libri, tra cui: “The 100 mile city (1992), Blade of light: “The story of London’s millenium bridge (2002), and Ron Arad”, pubblicata da Phaidon.