venerdì 20 giugno 2014 -

Anteprima nazionale di Terra di transito


venerdì 20 giugno, ore 21.00
Auditorium – ingresso libero fino a esaurimento posti

In occasione della Giornata mondiale del Rifugiato, istituita dall’Onu come momento di riflessione su una condizione che tocca donne e uomini in tutto il pianeta, e con cui l’Italia si confronta quotidianamente, in collaborazione con Luce-Cinecittà e l’associazione A Buon Diritto, la proiezione in anteprima nazionale di Terra di transito.

“Come migliaia di suoi coetanei in fuga dalla guerra,
Rahell ha intrapreso un duro viaggio dal Medio Oriente all’Europa
senza visti né passaporto,
tentando di congiungersi a un ramo della famiglia
che vive da anni in Svezia…
Per Rahell l’Italia non è altro che una terra di transito.”

Il film documentario di Paolo Martino racconta l’urgenza del tema delle migrazioni in Italia e in Europa da una prospettiva spiazzante, la voce di Rahell, un giovane rifugiato in fuga dall’Iraq e dalla Siria. Il suo viaggio rappresenta la condizione paradossale di quanti come lui, partiti da zone di guerra e di gravi sospensioni dei diritti, cercano di raggiungere i Paesi del Nord Europa, ma si trovano bloccati – a causa del regolamento comunitario di Dublino – in Italia.
La sua e le loro storie diventano riflessioni inattese su un tema cruciale, e sull’Italia.

Intervengono
Luigi Manconi | Senatore della Repubblica
Moni Ovadia | Scrittore e attore
Riccardo Noury | Amnesty International Italia
Rahell Ali Mohammad | Attore protagonista del film