sabato 4 ottobre 2014, 10:00 -

The Independent Day

sabato 4 ottobre 2014, dalle 17.00 a mezzanotte
ingresso libero fino a esaurimento posti

Una giornata di musica, incontri, laboratori nell’ambito della mostra The Independent con i gruppi indipendenti CURA. e Isola Art Center.
Il museo si trasforma in un hub in cui le voci indipendenti e il pubblico possono incontrarsi in maniera diretta, confermando la sua volontà di ascoltare e dare spazio alle voci contemporanee più innovative nell’ambito di differenti piani di ricerca.

I gruppi indipendenti si rivelano una valida alternativa ai modi tradizionali di “fare cultura”.

Attraverso un’open call internazionale il progetto – ideato da Hou Hanru con Giulia Ferracci ed Elena Motisi – traccia un percorso che coinvolge laboratori di sperimentazione, case editrici, spazi espositivi, piattaforme online e riviste, progetti indipendenti in Italia, e successivamente in Europa, nel Mondo.
I primi protagonisti sono due gruppi italiani con due progetti pensati per il museo: Isola Art Center, progetto “no-budget” di Milano e CURA., di base a Roma.

Isola Art Center
Isola Art Center ha presentato il progetto FIGHT-SPECIFIC ISOLA, che descrive con un allestimento inedito il lavoro del gruppo e il contesto che lo ospita.

ore 17.00
Hall del MAXXI
Workshop di Serigrafia di Seriocollective
Un laboratorio sulla serigrafia che mostra una selezione di opere realizzate per autofinanziare attuali collaborazioni artistiche e progetti futuri.

ore 18.30
MAXXI B.A.S.E.
Presentazione del libro ‘Fight-Specific Isola’
La storia di una trasformazione urbana e artistica: Fight-Specific Isola ripercorre la lunga storia del quartiere Isola di Milano e il processo organico e spontaneo alla base dei dodici anni di lavoro di Isola Art Center.
Intervengono Hou Hanru, Bert Theis e altri componenti del collettivo.

ore 19.30
Hall del MAXXI
Performance Theremin con Steve Piccolo
Chiunque abbia uno smartphone, un tablet o un computer oggi può suonare un Theremin simulato online (http://femurdesign.com/theremin/). Steve Piccolo racconta l’incredibile vicenda di Lev Termin e il suo Theremin e coinvolge il pubblico con un’interazione musicale collettiva basata sui movimenti delle persone. Chi non è fornito di dispositivi digitali può usare scatole di cartone per contribuire alla parte percussiva della composizione/improvvisazione.

CURA.
CURA. ha presentato il progetto ‘Dreams That Money Can’t Buy’, una mostra corale, sulla moltiplicazione di immagini, esperienze, relazioni e forme e sulla costruzione di un immaginario visivo condiviso.

ore 21.30
Hall del MAXXI
High FIVE! Dj set by Palm Wine & Vipra