venerdì 11 luglio 2014

Tripoli medina mediterranea


venerdì 11 luglio, ore 18.00
MAXXI B.A.S.E. – Sala Graziella Lonardi Buontempo – ingresso libero

Non esiste una definizione univoca di Mediterraneo: è un concetto ampio, con molteplici sfaccettature e dove i recenti conflitti in Medio Oriente hanno ulteriormente accentuato questa frammentarietà.
In questo quadro che va visto e studiato il caso della Libia e in particolare di Tripoli, città mediterranea dalla composita struttura urbana raccontata da Ludovico Micara, professore di Composizione Architettonica e Urbana e autore del libro Tripoli medina mediterranea.

Tripoli, più di altre, è stata centro di scambi e mescolanze che hanno dato luogo a contaminazioni di linguaggi, di stili e di gruppi sociali in conflitto fra loro.
Questo processo di trasformazione verso una dimensione metropolitana e globale ha creato discontinuità con il tessuto urbano già esistente, e al tempo stesso ha spinto la città a confrontarsi con il suo paesaggio e la sua geografia: il grande vuoto del deserto alle spalle ed il mare di fronte.

Intervengono
Lucio Caracciolo Direttore di “Limes”
Ettore Janulardo Storico dell’arte
Victor Magiar Unione Comunità Ebraiche Italiane
Angela Marino Università degli Studi dell’Aquila
Luisa Musso Università degli Studi Roma Tre
Rubens Piovano Istituto Italiano di Cultura, Tripoli
Vieri Quilici Università degli Studi Roma Tre

Modera
Carmen Andriani Università degli Studi di Genova