venerdì 21 giugno 2013 - lunedì 24 giugno 2013,

VILLARD 14. Paesaggi Strategici – Campi di Battaglia


21 – 24 giugno
MAXXI B.A.S.E., Sala Graziella Lonardi Buontempo – ingresso libero

Il seminario internazionale di progettazione Villard, nel corso della sua quattordicesima edizione, ha investigato i modi attraverso cui l’architettura e il progetto possono far emergere le potenzialità nascoste di alcuni territori marginali. Le aree presentate agli studenti per elaborare i loro progetti sono state famose, in tempi passati, per essere stati campi di battaglia strategici durante la Grande Guerra.

Gli esiti presentati nella mostra sono l’estrema sintesi di un lavoro ben più ampio, tanto in termini didattici che di ricerca, e rappresentano un primo tentativo di enucleare alcune tecniche progettuali per descrivere e intrecciare al contempo: storia, memorie private desunte dai diari dei soldati, tracce e segni lasciati dalla lunga guerra di posizione come dalle sanguinose battaglie e la bellezza “sublime” e terribile di una successione di paesaggi.

Vittorio Veneto, Il Montello, e Noventa di Piave sono i teatri di guerra scelti per lavorare con gli studenti. Memoriali, cimiteri, ossari, cippi, non meno di boschi, doline, trincee, sentieri, strade, bunker e ripari a tratti ancora visibili in questi luoghi, evocano, nelle forme inconsapevoli come in quelle più accorte di una retorica a volte un po’ lisa, la storia di quei tragici tempi; mentre ciclisti, sciatori, camminatori trascorrono qui il loro tempo libero, alla ricerca di una quiete ristoratrice.

Con il paradosso tra il silenzio di oggi e quel fragore da laminatoio di cui parlava E. Jünger a proposito di altri campi di battaglia di quella medesima guerra, si sono tra l’altro cimentati gli studenti nel mettere a punto i progetti nelle diverse e intense tappe del seminario itinerante.